IL SEQUESTRO

Traffico di droga: sequestrati beni per 3 milioni di euro a pregiudicati

Conti correnti, appartamenti e auto nel mirino della Procura

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1885

Traffico di droga: sequestrati beni per 3 milioni di euro a pregiudicati
VASTO. I Carabinieri di Vasto hanno posto sotto sequestro preventivo beni nella disponibilità di soggetti coinvolti in traffici illeciti.


Si tratta di un’operazione che segue quella del 10 gennaio scorso – soprannominata Tramonto - quando i Carabinieri del Comando provinciale di Chieti, coordinati dalla procura di Francesco Prete, arrestarono 66 persone coinvolte, a vario, titolo, in delitti connessi al traffico di sostanze stupefacenti e di armi.
Con l’operazione di oggi è stata disposta una importante misura patrimoniale antimafia sul presupposto che i soggetti abbiano investito proventi illeciti nell’acquisto di beni di cui non siano in grado di dimostrare la provenienza lecita.
Si tratta di 38.760,60 euro in contanti, 4 assegni bancari per un totale di 22.250,00 euro, 1 conto corrente acceso presso il Banco di Napoli di Ercolano, 1 Carta Postapay, 2 motocicli del valore complessivo di circa 12.000, 3 autovetture (Audi A-3, Fiat 500, Opel Corsa, per un valore complessivo di 25.000,00 euro circa), 3 immobili: due a Portici (per un valore complessivo di circa 1 milione di euro) e uno a Roma ( per un valore di circa 1,5 milioni di euro), 1 terreno agricolo di 3.800 metri quadri (in provincia di Roma, del valore di circa 300 mila euro).
I provvedimenti sono stati notificati agli interessati presso le Case Circondariali di Vasto, Foggia, Napoli-Poggioreale, Chieti, Salerno, Pescara, Catania, Teramo e Larino, dove si trovano reclusi in attesa di giudizio.
E’ la terza volta, nell’arco dell’ultimo triennio, che a Vasto viene eseguita una misura patrimoniale antimafia.
Il 9 febbraio scorso il gip presso il Tribunale di Vasto, accogliendo le richieste avanzate dalla Procura della Repubblica a conclusione dell’attività d’indagine patrimoniale ha messo 15 decreti di sequestro preventivo a carico di altrettanti soggetti già arrestati nell’operazione delle scorse settimane, tra i quali spiccano il pregiudicato Lorenzo Cozzolino, 42enne, e la moglie Belsole Italia, 28enne, originari rispettivamente di Cercola e San Giorgio a Cremano (NA), ma residenti a Gissi. Tra i destinatari compare anche un personaggio romano, ieri condannato a 6 anni di reclusione, insieme ad un soggetto nordafricano, che ha riportato una condanna ad 8 anni. Il valore dei beni sequestrati ammonta complessivamente a circa tre milioni di euro.