L'AQUILA

Aeroporto Preturo, nervi tesi tra Comune ed Air Vallè. Attesa sentenza del Tar

Il 15 febbraio il Tribunale si pronuncerà sul ricorso

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2181

Aeroporto Preturo, nervi tesi tra Comune ed Air Vallè. Attesa sentenza del Tar
L’AQUILA. Manca poco alla sentenza del Tar sull’aeroporto dei Parchi de L’Aquila. In gioco la gestione dello scalo. I giudici dovrebbero pronunciarsi domani, 15 febbraio.


Da un lato il vecchio ente gestore Air Vallè si appella al tribunale contro l’aggiudicazione della gestione dello scalo alla IX Press di Milano contestando il fatto che la società milanese non risponda ad uno dei requisiti contenuti nel bando, dall’altro c’è il vincitore del bando, la società IX Press, spalleggiata dal Comune.
Il dubbio avanzato da Air Vallè sulla nuova società vincitrice del bando è che questa non risponda ad uno dei requisiti contenuti nel bando, quello secondo cui l’ ente deve dimostrare di aver gestito un aeroporto per un anno negli ultimi tre anni. «Ci risulta che IX Press abbia svolto attività per conto di aeroporti ma non in qualità di gestore», sostiene Mauro De Luca dell’Alifire, la società antincendio che ha lavorato per conto della Air Vallè nell’aeroporto. I legali di Air Vallè avrebbero fatto leva , per il ricorso, anche sulla genericità di un passaggio del bando in cui non vengono fissati criteri specifici per i candidati».
Le comunicazioni tra società e Comune intanto proseguono tramite i legali. L’ultima volta l’ingegnere Mario Corridore dell’Ufficio Gestione aeroporto dei Parchi si era presentato all’aeroporto con l’intento di sfrattare Air Vallè e consegnare le chiavi al vincitore del bando Ix Press. L’ordinanza di sfratto del Comune, poi, era stata sospesa proprio dal Tar.
«Anche se il Tribunale dovesse pronunciarsi in maniera sfavorevole per Air Vallè», conclude De Luca, «la società fa sapere che non mollerà; ha continuato a garantirci gli stipendi ed i contratti, nonostante tutto».