TERAMO

Università Teramo. Flc Cgil: «attività sospesa, personale al lavoro»

Impiegati in servizio e strutture aperte

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2100

Università Teramo. Flc Cgil: «attività sospesa, personale al lavoro»
TERAMO. «Attività didattica sospesa personale amministrativo al lavoro».

Succede anche all’Università di Teramo dove le strutture di Colleparco che ospitano le Facoltà di Giurisprudenza, Scienze politiche e Scienze della Comunicazione, sono rimaste aperte anche se l’attività didattica (lezioni ed esami) è stata sospesa per l’intera settimana, causa neve.
«Perché tenere aperta una struttura per far lavorare al massimo una dozzina di impiegati?», si chiede Flc Cgil (Federazione lavoratori della conoscenza) dell’Università degli Studi di Teramo, «il problema non è il personale».
I vertici dell’università avrebbero deciso comunque di tenere aperte alcune strutture presso cui lavorano una dozzina di impiegati sulla scia delle ordinanze comunali «senza pensare al fatto», lamenta Flc Cgil, «che l’Università ha un autonomia amministrativa e finanziaria e quindi può disporre liberamente per le proprie sedi. Lo stesso ragionamento vale per le due sedi di Veterinaria a Teramo e per quelle di Mosciano Sant’Angelo, Atri e Giulianova».
Eppure tenere aperti edifici di grandi metrature come quelli universitari (si parla di 50.000 metri), riscaldarli e illuminarli ha i suoi costi. Proprio per ammortizzarle spese, l’Ateneo decide due volte all’anno di chiudere alcune sedi per 3 settimane ad agosto e 3 durante le festività natalizie. «Il personale amministrativo si reca normalmente a lavorare presso il Rettorato in viale Crucioli», dice il sindacato, «sede capace di accogliere il personale delle altre sedi».
Gli sprechi sarebbero altri, tuona Flc, «non quelli legati al personale. Non ci vengano a dire che il personale costa troppo, come denunciato da un docente dell’Università di Teramo sulle pagine del quotidiano “La Città” su cui dice che il vero problema dell’Ateneo, oltre alla mancanza di vertice adeguato è il numero del personale amministrativo. Facile liquidare gli impiegati mandandoli in mobilità. Facile metterli in esubero».