LAVORO

Apertura Ikea San Giovanni Teatino: al via le selezioni. E’ giallo sulla sede

Colloqui e formazione in Abruzzo? Dal Comune: «selezioni fuori regione»

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

19694

Apertura Ikea San Giovanni Teatino: al via le selezioni. E’ giallo sulla sede
ABRUZZO. Giorni fa si è conclusa la raccolta dei curricula. Per i 30.446 aspiranti del nuovo punto vendita Ikea di San Giovanni Teatino si è aperta, ora, la fase delle selezioni.

A marzo selezioni di gruppo, seguiranno a ruota quelle individuali. Ma è giallo sulla sede degli incontri.
L’azienda assicura: «colloqui e formazione in Abruzzo». Il Comune di San Giovanni dà un’altra versione: «colloqui fuori Abruzzo per evitare pressioni politiche».
Si è conclusa l’8 febbraio la raccolta dei curricula online iniziata lo scorso 18 gennaio per il punto vendita Ikea di San Giovanni Teatino di prossima apertura. Hanno risposto in 30.446 aspiranti che attraverso il sito internet hanno inviato la propria candidatura per partecipare alla selezione dei collaboratori che saranno assunti nel nuovo punto vendita abruzzese. Le posizioni ricercate spaziano dall’area clienti (attività di front office), alla vendita, alla logistica ( attività di magazzino e back office), alla ristorazione.
Le fasi successive riguarderanno i colloqui, di gruppo ed individuali, infine la formazione.
Il primo step, assicura Carlotta Guerra, Media Relations Manager di Ikea, «consisterà in un breve colloquio telefonico. I candidati ritenuti idonei, subiranno un’intervista telefonica, con lo scopo di sondare la loro disponibilità ed interesse al lavoro. Poi, a partire dalla prima settimana di marzo saranno convocati per un primo colloquio di gruppo a cui parteciperanno anche i responsabili di reparto delle singole funzioni. A seguito di questa prima prova di gruppo, tutti i candidati sosterranno un colloquio individuale. Infine partiranno i corsi di formazione».
Ogni candidato che parteciperà ai colloqui, dovrà presentarsi con una copia del proprio curriculum, una fototessera ed un documento d’identità.
Quanto ai requisiti privilegiati da Ikea nella scelta del personale, Antonello Antonelli dell’ufficio stampa del Comune di San Giovanni Teatino non ha dubbi. «Ikea privilegerà chi ha già maturato esperienza in settori precisi (marketing, architettura, ristorazione, design) e chi mostrerà flessibilità lavorativa (spostamenti, disponibilità a lavorare nei festivi, notturni). Poi, l’azienda non ha un numero fisso di personale da selezionare ma recluterà i profili compatibili». Non si sa ancora con precisione l’inquadramento contrattuale previsto (tempo determinato o indeterminato).

ABRUZZO SI’, ABRUZZO NO
E’ giallo però in queste ore sulla sede dei colloqui. Secondo Ikea: «i colloqui e la fase di formazione, avverranno in Abruzzo». Non sono state ancora fissate la location o le modalità ma è certo che i candidati selezionati non dovranno spostarsi fuori regione.
«Questa fase si terrà in loco, a Pescara, o probabilmente nei pressi della nuova sede Ikea di San Giovanni», dice ancora l'azienda, «quanto alla fase di formazione stiamo ancora decidendo comunque avverrà in loco».
Di diverso avviso il Comune di San Giovanni dal quale si assicura che i colloqui sarebbero avvenuti nelle sedi Ikea di Milano o Bologna magari per evitare ingerenze o pressioni politico-locali.
Il direttore Ikea Italia, Alessandro Paglia è stato in Abruzzo un mese fa assicurando che i colloqui sarebbero avvenuti fuori dall'Abruzzo. Tutto questo «per evitare possibili pressioni, raccomandazioni locali». Sembra che appena si insediò l’attuale amministrazione a San Giovanni Teatino, Ikea scrisse una lettera chiara al primo cittadino chiedendo ufficialmente che il Comune non interferisse nella selezione del personale.
Curiosa la circostanza della missiva che sarebbe inutile in un Paese dove le raccomandazioni e le spintarelle sono rare o un'eccezione. Chissà se Mr Ikea nella sua Svezia solitamente scrive lettere dello stesso tenore...
Le precedenti selezioni di Ikea in Calabria e Sicilia, tuttavia, furono tenute fuori regione se in Abruzzo ci si regolererà diversamente da una parte i candidati tireranno un sospiro di sollievo (per il viaggio mancato) dall'altra l'azienda dovrà affittare una struttura (un palasport?)
La realizzazione del megastore Ikea, su una superficie di 8 ettari accanto al casello autostradale di Dragonara nei pressi dello svincolo dell'autostrada A14 prevede anche una serie di interventi, a carico dell’azienda, oggetto di una convenzione con il Comune di San Giovanni Teatino: la sistemazione del verde pubblico per 19.258 metri quadri, la realizzazione di viabilità e parcheggi pubblici per un totale di 21.905 metri quadri (in parte del Comune di San Giovanni teatino, in parte dell’amministrazione provinciale di Chieti, in parte del Consorzio di Bonifica Centro).
m.b.