BUCCHIANICO

Tenta di uccidere il padre, finisce in manette

Arrestato dai carabinieri un 50enne di Bucchianico

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3084

Il comandante Lupieri

Il comandante Lupieri

BUCCHIANICO. Voleva uccidere il padre con un fucile “fai da te”: arrestato dai carabinieri un uomo di 50 anni.


«Mio fratello è armato e vuole uccidere papà». Con questa segnalazione, alle 13.00 di sabato, un abitante di Bucchianico ha allarmato i carabinieri che subito si sono messi sulle tracce dell’uomo, coadiuvati nelle ricerche dalle altre pattuglie dirette dal capitano Livio Lupieri impegnate nel controllo del territorio.
Poco dopo P.N., già noto alle forze dell’ordine, è stato rintracciato in contrada Colle Sant’Antonio, non molto distante dall’abitazione dei familiari. L’uomo, alla vista della pattuglia ha abbandonato la strada dandosi alla fuga per le campagne ricoperte dalla neve e ha cercato di disfarsi, sotto gli occhi dei militari, dello zaino che aveva con sè e che gli rallentava la corsa. Vistosi braccato, per sottrarsi al controllo, ha poi deciso di gettarsi in una scarpata.
I militari hanno comunque raggiunto l’uomo ponendo fine all’inseguimento. Il cinquantenne, in evidente stato confusionale, sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di un fucile calibro 12, da lui stesso costruito artigianalmente, e 26 cartucce calibro 12 che teneva nello zaino, e un coltello a serramanico, in tasca.
Subito è stato dichiarato in stato di arresto e la perquisizione è stata estesa alla abitazione dove sono stati rinvenuti i macchinari e gli attrezzi usati per costruire la micidiale arma da fuoco. L’arrestato, terminati tutti gli accertamenti, è stato poi rinchiuso alla casa circondariale di Chieti.