LA DIRETTA

Emergenza neve. Nuova allerta meteo. A L'Aquila uffici pubblici chiusi. ECCO TUTTE LE CORSE DEI MEZZI PUBBLICI GARANTITE MERCOLEDI'

Mercoledì potrebbero riaprire gli uffici pubblici

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

11838

Emergenza neve. Nuova allerta meteo. A L'Aquila uffici pubblici chiusi.  ECCO TUTTE LE CORSE  DEI MEZZI PUBBLICI GARANTITE MERCOLEDI'
L’AQUILA. Il sindaco Massimo Cialente ha disposto che, nonostante gli uffici pubblici siano chiusi, devono prendere servizio tutti i dipendenti comunali che fanno parte del Piano comunale di Protezione civile.

Così come dovranno essere presenti i dirigenti, il personale assegnato al corpo di Polizia Municipale e ai settori Opere pubbliche e manutenzione, Assistenza alla popolazione, servizi Sociali, Stato civile e delegazioni comunali (considerati i centri di coordinamento per l’emergenza sul territorio), «allo scopo di garantire ai cittadini tutti i servizi possibili per la fase emergenziale che sta vivendo la città».
Sempre Cialente ha firmato una ordinanza in cui si dispone che supermercati e i centri commerciali che intendono tenere aperte le attività «hanno l’obbligo di ripulire dalla neve i parcheggi di loro pertinenza».
Intanto ieri il prefetto dell’Aquila, Giovanna Maria Iurato, ha diretto le attività di gestione dell’emergenza. Salvo un peggioramento delle condizioni atmosferiche si prevedere la riapertura degli uffici pubblici nella giornata di mercoledi.
«Sarà primaria, ovviamente, la salvaguardia dell’incolumità di tutti i dipendenti», ha assicurato il prefetto. Intanto sulla strada statale 690 sono rimasti al momento 9 km di strada da liberare, opera che l’Anas garantisce di poter completare nella giornata di oggi.

Le frazioni ancora isolate di alcuni comuni, in particolare nel marsicano e nella Valle Roveto, sono state comunque raggiunte oggi parzialmente, per la consegna di generi di prima necessità, grazie all’intervento  dell’Esercito e dei Vigili del Fuoco, attraverso particolari mezzi speciali quali gatti delle nevi e bruchi e da stamattina anche con il contributo prezioso degli sciatori dell’esercito con zaini porta viveri.

10.43 - L’AQUILA. SOSPESA DISTRIBUZIONE DEL SALE
Il settore Ricostruzione pubblica del Comune dell’Aquila ha reso noto che è stata temporaneamente sospesa la distribuzione del sale nel deposito allestito presso il piazzale del centro commerciale “Meridiana” in via Rocco Carabba.  La scorta in giacenza, molto ridotta, dovrà infatti essere utilizzata per i mezzi impegnati nel servizio del Piano neve e per quelli di soccorso.
Non appena arriveranno i rifornimenti, i cittadini potranno di nuovo procurarsi il sale nello stesso deposito.

10.43 -INTERROTTA DISTRIBUZIONE GAS ALLA TORRETTA
    Stamani il Comune ha ricevuto una segnalazione sulla mancanza di gas al quartiere della Torretta. I tecnici di Enel Energia sono a lavoro per cercare di risolvere il problema.

11.10 MONTESILVANO FINITO IL SALE

Il sale è finito. Bisogna aspettare. Molti cittadini si sono rivolti al centralino del Comune per avere aggiornamenti sulla pulizia delle strade ma la risposta è stata che non se ne parla. Il sale è terminato e si è provveduto a sgomberare solo le arterie principali. Le altre rimarranno così come sono. Ed intanto nevica di nuovo .

 11.20 -TRENO BLOCCATO A SAN NICOLO’ A TORDINO
Il black out elettrico tiene bloccati da quasi due ore i passeggeri del treno regionale Termoli-Teramo. Una sessantina di passeggeri del convoglio sono rimasti fermi qualche chilometro prima della stazione di San Nicolo' a Tordino di Teramo a causa, cosi' e' stato loro spiegato, di un guasto ai cavi della linea elettrica che alimenta la linea ferroviaria. Il treno con i pendolari era partito da Giulianova (Teramo) alle 8,38 ed avrebbe dovuto raggiungere il capoluogo intorno alle 9. I tecnici sono all'opera per ripristinare il servizio. 

11.40 – L’AQUILA - CONSIGLIO COMUNALE GIOVEDI’ 9 FEBBRAIO
Il Consiglio comunale dell’Aquila si riunirà regolarmente giovedì 9 febbraio, alle 9.30, nella sala “Spagnoli” di palazzo dell’Emiciclo. Il presidente Carlo Benedetti ha informato, in proposito, che, nonostante il perdurare del maltempo, l’Assemblea rimane programmata per la data in questione vista l’importanza degli argomenti all’ordine del giorno, a cominciare dall’approvazione del Piano di ricostruzione dell’Aquila.

11.58 – A LANCIANO RIPRENDE RACCOLTA DIFFERENZIATA
Questa mattina ha ripreso a nevicare anche a Lanciano dove riprende molto lentamente dopo 5 giorni di sospensione il servizio di raccolta rifiuti differenziati e indifferenziati da parte dell'Ecologica Sangro, che gestisce il servizio in appalto. I cassonetti sono pieni di spazzatura e circondati da grandi cumuli di neve: il comune sta impiegando una decina di lavoratori socialmente utili per rendere accessibili ai compattatori le isole ecologiche.

12.14 – ANZIANI SOCCORSI A PESCARA: NON AVEVANO METANO
Il Comune di Pescara  ha soccorso due anziani che vivono in strada Cetrullo: I due vivono da sempre senza metano e senza energia elettrica in casa. A loro è stata consegnata la legna necessaria per accendere il fuoco nel caminetto. «Quando abbiamo chiesto loro se potevamo trasferirli in qualche struttura comunale per la notte, si sono rifiutati, sostenendo di aver scelto di vivere in quel modo e ci hanno solo chiesto la legna necessaria per accendere il fuoco», ha raccontato l’assessore Berardino Fiorilli.

12.20 – SOSPESE CORSE GTM
In mattinata il Comune ha dovuto momentaneamente fermare il servizio di trasporto pubblico degli autobus della Gtm per l’inagibilità del piazzale delle aree di risulta, dove si sta operando attualmente. In mattinata il problema è stato ovviamente rappresentato dal ghiaccio che ha creato disagi anche nelle vie del centro come corso Vittorio Emanuele, via Marconi, viale Pindaro, via D’Annunzio, ma soprattutto a ridosso delle rotatorie.

12.22 – AD AVEZZANO «LIMITARE LE USCITE»
Il sindaco Antonio Floris ha chiesto «l'intervento urgentissimo dei Vigili del Fuoco»,  che hanno in dotazione mezzi idonei per gli interventi a quote alte. In queste ore si sta provvedendo  al transennamento attorno ai palazzi da dove sporgono i cumuli di neve ghiacciata a forte instabilità. «Occorre fare grande attenzione negli spostamenti», avverte il primo cittadino, «poiché dopo la neve ora il pericolo si annida anche nel gelo. I cumuli di neve ghiacciata sui cornicioni rappresentano una nuova insidia per la pubblica incolumità. Chi non ha particolare urgenze limiti al massimo le uscite». 

12.24 – PONTE DEL MARE CHIUSO
A Pescara sono agibili i due ponti cittadini, ossia Ponte Risorgimento e Ponte D’Annunzio, mentre al momento restano chiusi solo il ponte del mare, comunque pedonale, via D’Avalos, nel tratto compreso tra viale Pepe e l’Aurum, via Tosti, e via De Cecco, mentre è stata riaperta al traffico via Luisa D’Annunzio. A fine mattinata si svolgerà una nuova riunione operativa del Coc con il sindaco Albore Mascia per ulteriori provvedimenti.

12.27 -  IN PROVINCIA DI TERAMO 7 STRADE CHIUSE
 Sette le strade provinciali chiuse alle 11 di questa mattina: 262 Mosciano Montone,  15 c Convento-Colle Pietro (Mosciano),  62 Casal Thaulero (Roseto), 61/a Morge Campli, 48/a Tevere Riano (Rocca Santa Maria), 22/b Morro D’Oro,  18/a Varano – Colle Santa Maria (Teramo).  Il bollettino viene aggiornato ogni sei ore e pubblicato anche sulla pagina Facebook della Provincia.

12.30 – PROBLEMI DI ACQUA AD ATRI: «VERIFICARE SINGOLE CONDUTTURE»
In base a quanto riferito dall'Aca, la portata dell'acqua risulta regolare su tutto il territorio comunale di Atri. I disagi che si stanno registrando nella erogazione, segnalati da numerosi cittadini, potrebbero essere dunque dovuti a problemi relativi alle singole condutture, ipotizzano dal Comune.  L'invito è quello di controllare, in particolare il proprio contatore, che, a causa delle basse temperature, potrebbe avere subito danni che ne compromettono il buon funzionamento.

12.35 -   FRENTANO E SANGRO-AVENTINO IN GINOCCHIO
Disagi e difficoltà soprattutto per chi si trova in difficoltà, per gli anziani, per chi non sta bene e deve raggiungere l'ospedale più vicino. Il telefono è incandescente nella sede di via Milano della Croce Gialla. Un lavoro incessante, che ha visto finora impegnati 21 mezzi (tra ambulanze e autovetture), e 43 dipendenti, per garantire un servizio a 360 gradi. Circa 100 i trasporti effettuati tra Lanciano e gli altri centri per dialisi, mensa, dimissioni dai vari ospedali, assistenza domiciliare. I trasporti urgenti sono stati 14, 8 quelli per assistenza domiciliare. Intenso anche il servizio del 118, che ha effettuato 9 viaggi verso l'ospedale di Casoli, 14 verso Atessa, 4 verso Villa Santa Maria.

 12.38 – A PESCARA 40 SPALATORI INTERINALI
Hanno preso servizio alle 12.30 di oggi 40 nuovi operatori interinali che inizieranno la rottura del ghiaccio e lo spalamento e rimozione dei cumuli di neve e ghiaccio presenti sui marciapiedi e sui bordi delle carreggiate stradali. Le 40 unità sono state divise in dieci gruppi, ciascuna delle quali coordinata da 10 dipendenti comunali come caposquadra. Un gruppo si occuperà della zona dell’ospedale civile Santo Spirito e Pierangeli; due gruppi lavoreranno nelle aree antistanti i due Distretti sanitari della Asl in via Rieti e via Nazionale Adriatica nord; altri due gruppi lavoreranno rispettivamente dinanzi ai mercati di Largo Scurti e via dei Bastioni; un gruppo sarà impegnato in piazza Italia, dunque nelle aree antistanti il Comune, la Provincia, la Prefettura, via Calabria, dove ci sono gli uffici dell’Agenzia delle Entrate; tre gruppi sono stati suddivisi tra tutti gli Uffici postali della città, raggruppati in macrozone; un gruppo sarà impegnato nell’area della Stazione ferroviaria.

12.44 - CONTATORI GELATI, NIENTE ACQUA
Anche oggi la squadra di pronto intervento dell’Aca è impegnata nella sostituzione dei contatori danneggiati dal gelo registrato nelle ultime ore nei comuni di propria competenza. Il freddo registrato negli ultimi giorni, infatti, ha provocato pesanti gelate notturne che hanno causato la rottura di molti di questi strumenti soprattutto nei comuni situati ad alta quota come Roccamorice, Arsita, Bisenti, ma anche sulla costa, come Pescara e Montesilvano, sia nelle aree centrali che collinari. Numerose anche le segnalazioni da parte di utenti residenti a Cappelle sul Tavo, Spoltore, Loreto Aprutino, Penne, Miglianico e Pescara, ad esempio in via Sala Vecchia e via Federico Caffè, dove sono stati registrati lievi cali di pressione idrica dovuti alla rottura di alcune tubature sempre a causa del freddo degli ultimi giorni. La squadra di pronto intervento dell’Aca è già intervenuta in varie zone per monitorare la situazione e riparare i guasti rilevati.

12.48 – LA SEVEL SI FERMA ANCORA
 Terzo giorno di blocco totale della produzione alla Sevel di Atessa causa neve: salgono così a 8 i turni saltati da venerdì scorso.

13.03 LINEE FERROVIARIE REGOALRI TRANNE LA AVEZZANO ROCCASECCA
Le ferrovie confermano che sui tratti abruzzesi nessun problema si riscontra al momento sulla rete. Rimane bloccato solo il collegamento Avezzano Roccasecca

15.00 – 30 CASOLARI ISOLATI A TRASACCO

Attualmente risultano isolate alcune frazioni di Trasacco (strada 37 e 38) dove risultano insistere circa 30 casolari. Sulla direttrice Trasacco-Avezzano risultano fermi 6 Tir che trasportano ognuno 20.000 litri di liquido altamente pericoloso. La Protezione Civile, tramite il volontariato, sta predisponendo un servizio di scorta per consentire il deflusso dei mezzi. A Roccacerro (Tagliacozzo) risulta una famiglia isolata. A Santa Vittoria (Montereale) risulta bloccata l'erogazione dell'acqua. Oltre alle linee elettriche già ripristinate dall'Enel, anche mediante l'utilizzo di generatori ausiliari, si sta provvedendo da parte della Protezione Civile Regionale al trasporto, tramite la Croce Rossa, di un altro generatore nella Valle Roveto e al Trasporto sale nei Comuni della Valle Roveto. 

15.08 FEBBO: «SITUAZIONE ECCEZIONALE MA RISPOSTA ADEGUATA»
«Siamo di fronte ad evento eccezionale che tutti i meteorologi è stato associato a quelli del ’56 dell’85 ma posso garantire che la risposta da parte nostra è adeguata». L’auspicio della Regione  è che il Ministero delle Politiche agricole adotti un provvedimento ad hoc «affinché siano rimborsabili da parte dello Stato i danni a tutte le colture e alle strutture aziendali. Inoltre stiamo lavorando affinché Bruxelles ci consenta di superare i limiti previsti dalle attuali normative comunitarie per quanto riguarda gli aiuti di Sato».

15.40 -ORTONA DEI MARSI: ANCORA FRAZIONI ISOLATE
 E' critica la situazione tra Ortona dei Marsi e Bisegna, piccoli comuni del Parco Nazionale d'Abruzzo compresi tra Pescasseroli e Pescina. Questa mattina un'anziana che abita nella frazione di Santa Maria, nel comune di Ortona dei Marsi, e' stata trovata dai vicini svenuta nella sua abitazione con un principio di intossicazione da monossido di carbonio dovuto al malfunzionamento di una stufetta a gas e al non ricambio d'aria degli ambienti. La donna e' stata visitata da un medico che l'ha fatta rinvenire e fortunatamente non si e' reso necessario il trasporto all'ospedale. Ora e' seguita costantemente dai vicini di casa che le hanno salvato la vita. Nella stessa frazione un'altra anziana e' caduta sul ghiaccio mentre cercava di prendere la legna dalla catasta poco distante, provocandosi la frattura del ginocchio. I carabinieri l'hanno accompagnata fino al bivio di Ortona dei Marsi, dove alcuni familiari con un fuoristrada l'hanno accompagnata all'ospedale di Pescina. Scarseggiano medicine e generi di prima necessita' nelle frazioni di Cesoli, Aschi, Santa Maria e Carrito, oltre che nel comune di Bisegna, dove l'80% della popolazione e' costituita da anziani.

15.50 ALTO IL PERICOLO DI VALANGHE IN ABRUZZO
Con una nota inviata ai sindaci dei comuni montani e ai gestori delle piste e degli impianti sciistici, l'assessore alla protezione civile, Gianfranco Giuliante, ha segnalato l'alto pericolo di valanghe che incombe su tutti i territori della regione interessati dalle nevicate del 4 e 5 febbraio. Nella lettera si ricorda ai sindaci che, per effetto dell'art. 17 della Legge n. 47/92 questi sono tenuti a convocare le rispettive Commissioni Valanghe per l'esame dei rischi presenti.
Il servizio di Protezione Civile regionale ha invitato tutti i gestori degli impianti sciistici ad attuare i piani di sicurezza previsti per le stazioni sciistriche a causa del pericolo valanghe, raccomandando di chiudere gli esercizi dove il pericolo sia 'forte' o 'molto forte'. Il livello di pericolosità da rischio valanghe, viene costantemente monitorizzato dal Corpo Forestale dello Stato, che, in convenzione con la Regione Abruzzo, attraverso il servizio Meteomont, emette quotidianamente un bollettino di allerta per le aree montane abruzzesi.
Nel bollettino si legge che «il manto nevoso è in superficie quasi ovunque asciutto a debole coesione e subisce l'attività eolica che accumula la neve in prevalenza sui versanti occidentali e meridionali; esso è costituito da neve fresca e/o in fase iniziale di metamorfismo distruttivo, tali strati poggiano su spessori a relativo maggior consolidamento in quota costituiti da vecchie croste e cristalli angolari fragili formati all'inizio della stagione».

16.20 – PESCARA CITTA’ CHIUSA FINO A SABATO
Scuole chiuse a Pescara sino a sabato prossimo compreso, 11 febbraio; chiusi sino a domenica prossima, 12 febbraio, tutti i parchi della città e gli impianti sportivi, stadio ‘Cornacchia’ compreso, e chiusi i cancelli dei cimiteri di San Silvestro e Colli Madonna almeno sino a giovedì 9 febbraio.
Sono i provvedimenti decisi nella giornata odierna al termine del vertice del Centro Operativo Comunale della Protezione civile comunale allestito presso la sede del Comando della Polizia municipale di Pescara in via del Circuito. Sospesi anche tutti i mercati cittadini. Si riprenderà forse lunedì prossimo ma l'amministrazione comunale vuole prima assicurarsi che non vi siano pericoli da eventuali cornicioni pericolanti.
Intanto sono al lavoro un centinaio di interinali reclutati da una agenzia di lavoro temporaneo.

17.20 – NUOVA ALLERTA METEO
Le notizie che arrivano dal Dipartimento della Protezione Civile e dal Centro Funzionale D'Abruzzo che sottolineano il persistere, per la giornata di domani, di nevicate fino al livello del mare sull'Abruzzo e le previsioni di un peggioramento per la giornata di venerdì, con un nuovo impulso perturbato che determinerà la ripresa delle nevicate con quantitativi elevati (30-50 cm in 24 ore), impongono la massima allerta e la predisposizione da parte dei diversi livelli istituzionali coinvolti di tutte le attività utili alla prevenzione e alla mitigazione del rischio. Massima attenzione va prestata anche a causa dell'elevato pericolo valanghe, come da Bollettino Meteomont, che ha comportato l'allertamento, da parte della Protezione Civile regionale, delle squadre cinofile di volontariato.

17.40 - LA REGIONE: «RIPRISTINATO OLTRE IL 60% DEL TRASPORTO PUBBLICO»
«E' stato ripristinato oltre il 60 per cento di tutto il sistema di trasporto pubblico locale su ferro e gomma del territorio regionale. Stiamo facendo il massimo sforzo per garantire la maggior parte dei collegamenti. Ritengo, infatti, che in un momento di emergenza come quello che stiamo vivendo nella nostra regione, assicurare il trasporto rappresenti un dovere nei confronti dei cittadini che oggi stanno vivendo disagi veramente pesanti».
 Lo ha dichiarato l'assessore ai Trasporti, Giandonato Morra, nel fare il punto della situazione.
Sempre secondo la Regione il servizio urbano nel territorio del comune di L'Aquila, che presenta le maggiori criticità legate all'emergenza neve, è garantito al 40%. Il servizio urbano nella città di Teramo risulta regolare al 90%. Nel Comune di Pescara le linee su percorsi pianeggianti sono regolari; altre che interessano zone alte sono sospese causa impercorribilità delle strade. I collegamenti con Colle San Silvestro e con Pescara Colli sono garantiti per circa un 30% mentre, per il restante 40% delle corse, gli autobus arretrato il capolinea a San Silvestro Spiaggia, Ospedale e Strada Pandolfi. Le altre linee (1, 2, 38, 6, 10, 11, 13, 14, 15), assicurano il 70% delle partenze. Nel Comune di Chieti, delle 18 linee normalmente esercitate, risultano regolari 3 linee, 11 linee vengono svolte con arretramenti o modifiche di percorsi e 4 linee sono sospese. Le linee portanti sono assicurate mentre sono bloccati, causa grossi accumuli di neve, i transiti nel centro storico. Le maggiori criticità sui servizi di trasporto extraurbano sono legate alla chiusura delle strade oppure all'impraticabilità delle stesse con l'autobus. Le zone maggiormente interessate sono nell'aquilano, nella Marsica e nella Valle roveto, nell'alto vastese e in alcune zone montane del teramano. Risultano ancora interrotti i collegamenti ferroviari Avezzano-Roccasecca (Trenitalia) e L'Aquila-Antrodoco (Ferrovia Centrale Umbra), servito con un collegamento sostitutivo di autobus. In ogni caso, la rete ferroviaria oggetto del contratto di servizio Trenitalia-Regione Abruzzo assicura servizi per una percentuale di oltre il 70%.

17.45 – STRADE INTERDETTE IN PROVINCIA DI TERAMO
Risultano ancora chiuse: SP n. 22/B da Morrodoro verso la SS n 150 – la SP n. 51 (Roiano/Acqua Chiara di Campli) nonché, come detto, la strada comunale di accesso alla Loc. Razzano di Morro D’Oro. In tale ultima località i mezzi spazzaneve comunali sono tuttora in azione per ripristinare totalmente il collegamento viario. Nessun Comune della provincia è isolato e l’erogazione dei servizi pubblici essenziali è tuttora regolarmente garantita.

18.20 – ATESSA SITUAZIONE CRITICA: RAGGIUNTO L’ULTIMO RESIDENTE ISOLATO
 Situazione  critica  su tutto  il territorio comunale di Atessa, nel centro  storico  la neve  è caduta  in media    per oltre  50  centimetri, raggiungendo in certi punti  a causa del vento anche i 70/80 centimetri. Le strade  sono  comunque  aperte e percorribili  con mezzi adeguati. Nelle  prime  ore  del pomeriggio  è stato  raggiunto  anche  l’ ultimo residente  rimasto isolato in contrada Piana Ciccarelli.
Le  scuole  rimarranno  chiuse  fino a sabato 11 febbraio.
«Il servizio di Protezione Civile  dell’ associazione alpini», dice il sindaco Nicola Cicchitti, «ha  validamente  supportato l’ emergenza  collaborando alla  rimozione  dei cornicioni  resi pericolanti dalla neve. Visto il persistere  del maltempo si invita  la cittadinanza alla  massima collaborazione  evitando di transitare con le  auto  specialmente nel centro storico, per non creare  intralcio  ai mezzi  sgombraneve. Compatibilmente con le  condizioni atmosferiche si sta predisponendo un piano per la raccolta  dei rifiuti  organici  invitando pertanto i cittadini a non  abbandonare i rifiuti tra i cumuli di neve».

19.15 – ANCHE L’AQUILA FERMA ANCHE DOMANI: UFFICI PUBBLICI CHIUSI
Il Prefetto dell’Aquila, Giovanna Maria Iurato ha disposto la proroga della chiusura di tutti gli Uffici Pubblici dell’Aquila e dei Comuni della provincia, estendendola alla giornata di mercoledi 8 febbraio 2012. Nella zona sono in atto nuove precipitazioni nevose ed in alcuni casi vere e proprie bufere di neve.

19.16 - STRADE PROVINCIALI DI PESCARA PERCORRIBILI
Le strade di competenza della Provincia di Pescara restano percorribili anche oggi, ma sempre con le cautele del caso, considerato che il ghiaccio rende la circolazione particolarmente pericolosa. Indispensabile, quindi, spostarsi con pneumatici invernali ed è sempre opportuno avere a bordo le catene, specie nelle località di montagna. Oggi le situazioni più critiche sono state registrate sulle strade Lettomanoppello - Passolanciano, a Pianella e nell'Alta Vestina (Civitella - Farindola – Rigopiano) ma con il passare delle ore e grazie all'intervento dei mezzi della Provincia i problemi sono stati risolti e in ogni caso i comuni dell'entroterra sono tutti raggiungibili. Il ghiaccio causato dalle temperature rigidissime non è mancato neppure sulla 151 (Catignano – Cepagatti), sulla 16 – bis e sulla 539 (Manoppello – Serramanonacesca) ma la situazione appare sotto controllo. Sulla strada provinciale 487 (Caramanico-Sant'Eufemia) e per Rigopiano le condizioni meteo rendono tuttora il transito meno agevole ma pur sempre possibile.
Sulla ex Ss 17, tra Popoli e San Benedetto in Perillis, a causa di un autocarro bloccato, la circolazione è temporaneamente interrotta.

19.20 - INTERRUZIONE DEL COLLEGAMENTO VIARIO VILLALAGO-ANVERSA DEGLI ABRUZZI

Questa mattina si è svolto un incontro nella prefettura de L’Aquila per gestire l’emergenza dovuta alla chiusura della strada regionale 479 Sannite nel Comune di Villalago. Il sindaco di Villalago Fernando Gatta, il sindaco di Scanno, Patrizio Giammarco, il consigliere provinciale Amedeo Fusco, hanno illustrato i problemi  al Prefetto che ha immediatamente disposto un sopralluogo degli esperti dell’Esercito Italiano, sopralluogo già effettuato.
Appena le condizioni meteorologiche lo consentiranno con un elicottero si dovrebbero provocare dei distacchi programmati degli accumuli nevosi per poter successivamente riaprire la strada provinciale.
neve
I Vigili del fuoco e un medico del 118 in motoslitta salvano anziana colpita da crisi respiratoria. L'ottantaseienne e' stata salvata, oggi pomeriggio, dal provvidenziale intervento dei soccorsi. La donna, che vive con l'altrettanto anziano marito, era rimasta isolata a causa della neve a circa 800 metri di altitudine in contrada Scorzoni a Torricella Sicura. L'abitazione non era raggiungibile con i mezzi gommati ed e' stato a questo punto che Vigili del fuoco e 118 hanno organizzato l'operazione recupero. L'automedica e' arrivata con il medico fino al punto in cui ha dovuto fermarsi e qui e' stata raggiunta dai Vigili del fuoco che al fuoristrada avevano agganciato il carrello con motoslitta e slittino. Il medico con il kit di pronto soccorso ha percorso a piedi un tratto di sentiero che conduce all'abitazione della paziente. Una volta sul posto e' stata soccorsa e intubata. Nel frattempo i pompieri hanno raggiunto la donna e l'hanno assicurata allo slittino e con quella e' scesa a valle fino all'ambulanza. L'anziana e' stata ricoverata all'ospedale di Teramo.


ABRUZZO - TUTTE LE CORSE GARANTITE PER L'8 FEBBRAIO 2012