LE VITTIME

Emergenza neve, 6 vittime in Abruzzo. Ad Avezzano ambulanza resta bloccata. Camionista morto nel tir

situazione dramatica nella Marsica: strade bloccate

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4964

L'ambulanza bloccata

L'ambulanza bloccata

ABRUZZO. Sale a 5 il numero delle vittime a causa del freddo da venerdì sera.


Ieri un’ambulanza che doveva soccorrere un uomo è rimasta bloccata a causa della neve ad Avezzano.
E’ deceduto per un infarto Edoardo Mariani, 50 anni mentre stava spalando la neve fuori al cancello di casa. Per lo sforzo e il freddo è stato colto da un malore. I parenti hanno subito chiamato l’ambulanza ma il mezzo non è riuscito a ripartire subito alla volta dell’ospedale. Ieri in serata hanno fatto il giro dei social network sia la foto dell’ambulanza (scattata da Milena Tacconella) rimasta bloccata, sia il drammatico racconto di quei momenti. «L'ambulanza arriva (con ritardo e disagio, viste le complicanze stradali)», scrive Claudia Cardilli che chiede di condividere e diffondere il testo perché «davanti ad una tragedia come questa, non si può stare zitti, bisogna parlare».
Mariani «viene subito caricato all'interno della vettura di soccorso, in condizioni molto gravi. A bordo ci sono l'autista, che cerca di dimenarsi fra i cumuli bianchi e ghiacciati che bloccano le strade, un'infermiera e un medico di soccorso. L'ambulanza, a sirene spiegate, da Via Crispi cerca di girare in via Eleuterio Di Gianfilippo ma qui avviene il disastro. La vettura con a bordo il paziente in gravissime condizioni, resta bloccata per ben 15 minuti, la strada non è battuta, la neve è ancora alta, dove si riesce a camminare è merito delle nostre pale e delle nostre braccia. Casualità ha voluto che mio padre, medico cardiologo», continua il racconto disperato, «si trovasse davanti al nostro cancello per cercare di spalare un varco di passaggio pedonale; ovviamente si è catapultato vicino all'ambulanza e come lui, tutte le persone residenti nei paraggi. In qualità di cardiologo, è riuscito a salire a bordo con un suo collega, per cui ciò che vi riporto è da lui stesso testimoniato. La vettura di soccorso, dopo vari e vani tentativi, è riuscita a retrocedere ed uscire dalla strada suddetta con l'aiuto delle molte spinte di tutti coloro che si erano precipitati sul luogo e con l'aiuto di un'altra macchina, una monovolume, da cui è stata letteralmente trainata. Dopo ciò, ricordo intanto che sono passati circa 25/30 minuti ed il tempo in queste cose e' sacrosanto, sono state notevolissime le difficoltà per raggiungere l'Ospedale Civile: le strade che collegano il centro della città alla Struttura Ospedaliera non sono state liberate né pulite.
Non so dopo quanti minuti il paziente sia riuscito ad arrivare al Pronto Soccorso, so solo che è stato fatto tutto il possibile, sia in Ambulanza sia lì, ma purtroppo è deceduto all'età di 50 anni. Non possono essere fatte previsioni, in medicina 2+2 non fa mai 4, non so se quei 35 minuti in più avrebbero cambiato la situazione di quell'uomo, ma una cosa è certa, situazioni del genere non possono essere tollerate, per alcun motivo al mondo».

ORE 11.12 CAMIONISTA TROVATO MORTO NEL MEZZO BLOCCATO AD AVEZZANO
Un camionista e' stato trovato privo di vita nella cabina del suo mezzo, incolonnato lungo la superstrada del Liri, alle porte di Avezzano, a causa della neve. Si tratta di un uomo di 68 anni, di Bologna. Per accertare le cause della morte sono intervenuti gli agenti del commissariato di Avezzano che stanno cercando di portare sul posto il medico legale. Continuano i disagi sulle strade della Marsica dove ci sono ancora paesi e localita' isolate e senza energia elettrica. Difficolta' soprattutto a Tagliacozzo, dove in alcune zone ci sono quasi due metri di neve e ad Avezzano, a causa del strade interne impercorribili.