TRASPORTO PUBBLICO

Situazione trasporti: un disastro. Abruzzo paralizzato

La giornata campale per Arpa e Sangritana

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3839

Situazione trasporti: un disastro. Abruzzo paralizzato
ABRUZZO. Un disastro. Quasi tutte le corse Arpa praticamente sono state annullate, causa neve o meglio causa mancata pulizia delle strade.

Gli spazzaneve sono risultati insufficienti per l’abbondante nevicata di sicuro fuori dal normale. Il risultato è stato che tutte le strade d’Abruzzo sono rimaste coperte dalla neve e dunque impraticabili. Lì dove si è riuscito a far passare gli spazzaneve il lavoro è durato lo spazio di minuti poiché ha continuato a nevicare e la coltre bianca ha ricoperto nuovamente l’asfalto.
L’Arpa fa sapere che è partita solo qualche corsa Chieti-Pescara, Ortona-Pescara e Francavilla-Chieti, e qualche collegamento da Giulianova per Teramo e per Chieti.
L’Aquilano è fermo, e sono bloccate ai caselli autostradali le corse per Roma sia da Teramo che da Pescara. Due autobus da Roma sono fermi a Carsoli, altri due sono in difficoltà sulla linea per Napoli dove non è ancora arrivato il mezzo partito in mattinata. Fermo a Popoli anche il mezzo della Satam sempre per Napoli. Mentre le strade interne non sono state pulite o lo sono state con grave ritardo e mentre in città si cammina a passo d’uomo per la mancanza di sale, risulta incomprensibile ai più la chiusura dei caselli autostradali che vengono bloccati per motivi di sicurezza appena c’è un allarme meteo un pò più consistente. Un comportamento ritenuto assurdo dai camionisti che girano anche nell’Europa del nord, dove nevica di più e più spesso e dove le autostrade sono sempre percorribili. 

SANGRITANA: CORSE STUDENTI SOPPRESSE, RECUPERATI GLI OPERAI SEVEL
Tutte le corse della Sangritana per le scuole verso i Comuni dell’Alto Sangro, da Palena a Casoli ad Atessa  Ortona e Lanciano, sono state soppresse per le ordinanze comunali che hanno sospeso le lezioni – riferisce Vincenzo Minutolo, responsabile del trasporto gomma - le cosiddette corse operaie per la Sevel, nonostante le difficoltà, saranno operative limitatamente al recupero del personale che ha effettuato il 3° turno e per accompagnarli nei Comuni di montagna difficilmente raggiungibili come Pizzoferrato, Quadri, Villa Santa Maria, Roccascalegna, Torricella Peligna Montenerodomo ecc. La Sevel, la Honda e le altre industrie hanno chiuso gli stabilimenti e non saranno servite fino alla riapertura. La corsa commerciale Lanciano – Bologna è partita regolarmente questa mattina e sta rientrando con qualche ora di ritardo per le difficoltà a transitare in autostrada. Le corse per Bologna previste per sabato, domenica e lunedì sono state soppresse. Per quanto riguarda il trasporto su ferro – spiega l’ingegner Di Diego, direttore di esercizio - tutti i treni merci che effettuano servizio per conto di Sevel (trasporto furgoni Ducato) sono stati soppressi da tre giorni e lo saranno anche domani per effetto del dispositivo di Rete Ferrovie Italia per dare precedenza al trasporto passeggeri. La Sangritana, come noto, ogni giorno copre tratte regionali per un totale di  2092 km con 11 corse andata e ritorno Lanciano-Pescara, 4 corse Lanciano-Giulianova, 2 corse Lanciano-Teramo e 4 corse Lanciano-Termoli che si sono svolte tutte regolarmente cumulando per ognuna un max di 10 minuti di ritardo.


Sebastiano Calella