ABRUZZO

Due guasti, province di Chieti e Pescara con acqua a singhiozzo

Non basta il maltempo, manca pure l’acqua

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2656

Due guasti, province di Chieti e Pescara con acqua a singhiozzo
ABRUZZO. Questa mattina il contatore Enel che alimenta la pompa che eroga l’acqua ai comuni di Torre de’ Passeri e Tocco da Casauria si è bruciato.

Tanti i disagi ai residenti a causa dell’assenza di pressione idrica. I due comuni ricevono l’acqua del Giardino mediante delle pompe di rilancio che hanno la funzione di mettere in pressione le condotte idriche. Tali pompe sono alimentate da un contatore Enel che verso le 12 di questa mattina si è bruciato forse a causa di un cortocircuito. I tecnici dell’Enel sono già intervenuti per riparare il guasto che nel giro di qualche ora dovrebbe essere aggiustato. Appena la situazione sarà ripristinata, la pompa di rilancio tornerà immediatamente in funzione ristabilendo il normale flusso idrico in tutte le abitazioni dei residenti della zona.
E oltre al contatore Enel sempre stamattina si è verificato un guasto sul campo pozzi Tirino di Bussi. E’ stata registrata un’improvvisa riduzione di portata idrica dell’acquedotto di circa 100 litri al secondo.
«Nonostante le condizioni climatiche avverse e la neve abbondante delle ultime ore – ha spiegato la direzione Aca -, i nostri tecnici stanno lavorando ininterrottamente per riparare il guasto subito da uno dei pozzi situato in località San Rocco a Bussi. Tale danno, infatti, ha determinato una riduzione di portata idrica dell’Acquedotto Giardino di circa 100 litri al secondo, che comporterà a sua volta possibili cali di pressione nei Comuni di Chieti e Pescara. Proprio per fronteggiare la temporanea emergenza, abbiamo predisposto diverse manovre per integrare la distribuzione idrica della zona in modo da far ricaricare più velocemente i serbatoi. In particolare, abbiamo richiesto al Ruzzo la fornitura idrica di 20 litri al secondo in più in modo da tenere la situazione sotto controllo».
Al fine di evitare un eccessivo abbassamento dei livelli dei serbatoi di Chieti e Pescara, la squadra di pronto intervento dell’Aca ha ridotto il pompaggio di circa 50 litri al secondo dalla nostra Centrale al serbatoio della Civitella di Chieti per tre ore. «Nel frattempo, continueremo a monitorare costantemente la situazione in attesa che il guasto venga riparato e il pozzo di Bussi torni ad essere perfettamente funzionante».