PESCARA

Un bar, un ristorante e un bookshop all’ Aurum?

Pronto il programma per il 2012 di Pescara Tener-a-mente’

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2703

Un bar, un ristorante e un bookshop all’ Aurum?
PESCARA. Il sindaco Mascia ha grossi progetti per la struttura ristrutturata quando a palazzo di città c’era Luciano D’Alfonso.
Nel corso del nuovo anno l’ex fabbrica nei pressi della pineta ospiterà le manifestazioni per i festeggiamenti della nascita di Gabriele d'Annunzio, il prossimo 17 marzo, con un programma congiunto avviato con il Vittoriale degli Italiani ed il Comune di Gardone Riviera. E’ già stata definita la programmazione delle mostre «in sinergia con artisti di fama nazionale ed internazionale».

Inoltre «partiranno i lavori di adeguamento della Sala Michetti, che ospiterà un innovativo e importante progetto europeo, che si chiamerà ‘ParlamentAurum’ unica realtà in Italia e seconda in Europa, solo alla nuovissima sede di Bruxelles», annuncia Mascia. A breve il Comune aderirà alla Fondazione "Gemellaggi dannunziani", costituitasi lo scorso 18 ottobre, con presidente il professor Giordano Bruno Guerri (consulente per l’immagine dell’amministrazione pescarese). La Fondazione, derivante dal circuito culturale "Gemellaggi tra Città e luoghi dannunziani", di cui la Città di Pescara è capofila nazionale, dopo l'adesione di Pescara, trasferirà la propria sede legale all'Aurum e costituirà uno dei punti cardine della programmazione del costituendo Comitato per i festeggiamenti dei 150 Anni della nascita di Gabriele d'Annunzio, nel 2013, Comitato già accreditato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

«Ma stiamo anche pensando ad aprire l’Aurum alla città predisponendo, tramite bandi ad evidenza pubblica, l'apertura di un bar, un ristorante ed un bookshop», annuncia Mascia. «L'Aurum, in una frase, e' tornato, a pieno titolo, a rappresentare lo spirito identitario della nostra meravigliosa Città di Pescara, grazie alla forza e vitalità, restituiti non solo alla struttura, ma al concetto stesso di cultura, volano imprescindibile dell'economia e dello sviluppo armonico del nostro territorio».