PESCARA

Mobilità cittadina, Blasioli contro Mascia: «un pasticcio»

Il consigliere comunale bacchetta il nuovo piano mobilità: «un labirinto»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4434

Mobilità cittadina, Blasioli contro Mascia: «un pasticcio»
Il consigliere comunale di Pescara, Antonio Blasioli (Pd), punta il dito contro la “Variazione delle zone a traffico limitato, aree pedonali e regolamentazione della sosta”.


PESCARA. Il consigliere comunale di Pescara, Antonio Blasioli (Pd), punta il dito contro la “Variazione delle zone a traffico limitato, aree pedonali e regolamentazione della sosta”.
L’approvazione è arrivata con delibera di Giunta il 28 dicembre scorso, in vigore dal 15 febbraio.
Dalla cartina, il consigliere evidenzia «errori macroscopici che creeranno non pochi problemi a cittadini residenti, domiciliati o semplici lavoratori, costretti a volte a percorrere i nuovi sensi unici del centro cittadino, ormai un labirinto con il filo di Arianna alla mano come per poter trovare l’uscita».
I problemi, secondo il consigliere, riguarderanno la parte a nord (in particolare per chi attraversa la zona evidenziata in grigio). Chi per esempio viene da via Clemente De Cesaris, o perché entra da via Regina Margherita o perché gira intorno al mercato di Largo Scurti, una volta arrivato in via Cesare Battisti si troverà obbligato a seguire il nuovo senso unico di via Cesare Battisti nord-sud e quindi si troverà a dover per forza accedere in via Cesare Battisti «che sempre in base alla stessa delibera è diventata strada residenziale a traffico limitato, proprio dall’incrocio con via De Cesaris». Sempre nella zona grigia, via Poerio in base alla delibera sarà ancora una strada libera al transito in cui cambia solo la sosta. Dalla cartina si nota che via Poerio ha una direzione nord-sud, ma le auto che impegneranno la strada andranno a finire su via Mazzini che nel frattempo è diventata però parte della zona a traffico limitato.
«Poi», secondo Blasioli, «si aggiungeranno ulteriori problemi e disagi quando a breve inizieranno i lavori sul mercato di Largo Scurti».
Passando alla parte sud, invece con la zona a traffico limitato su via Milano fino a via Trieste «ci sarà l’impossibilità per le auto dei non residenti di accedere a questi stalli di sosta liberi sul lato monte».
La delibera adottata il 28 dicembre 2011 istituisce, in particolare, nuove aree pedonali: Piazza Sacro Cuore tra via Fiume ed asse via M. Forti-via Milano, via Campanella (parte prospiciente via Nicola Fabrizi con la possibilità di accesso all’area carrabile solo ai residenti da via Amendola e fino al limite dell’area pedonale).
Poi, stabilisce strade residenziali a traffico limitato in via Cesare Battisti-via Firenze, e l’ampliamento della ztl (da corso Vittorio Emanuele II a Via Fiume ed in via Mazzini per tutta la lunghezza).
Nella nuova area pedonale di Piazza Sacro Cuore e nella strada residenziale a traffico limitato di Via Battisti e via Firenze è consentito il transito per l’itinerario più breve per veicoli di residenti e non e per disabili.