PINETO

Ladri sorpresi con la ‘lista della spesa’. Ecco dove volevano colpire ancora

Colti in flagranza, la merce è stata restituita

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

5697

Il pizzino sequestrato

Il pizzino sequestrato

I carabinieri di Giulianova e Pineto hanno arresto due persone.

PINETO. I carabinieri di Giulianova e Pineto hanno arresto due persone.
Si tratta di due giovani di Montesilvano Mirko Costa di 35 anni e Simone Feriozzi di 24 anni.  I due arrestati, a seguito di perquisizione personale, sono stati trovati in possesso di un vero e proprio “pizzino” con l’indicazione dettagliata dei prossimi furti da compiere, la località e tipo di materiale da asportare: una vera e propria lista della spesa. E si legge: Margherita quattro strade= tre panche. Capannone Villanova= due transenne + cerchi. Lago Congiunti tre cerchi. Santa Lucia casa abb. Lastre ferri. Casa rossa tre ciminare matasse ferro + piede. Sporting stasera. Fabbrica Saline.
Ieri sera, però, ogni proposito futuro è stato bloccato grazie all’intervento dei carabinieri della stazione di Pineto, agli ordini del Luogotenente Gianni Mincone, con la collaborazione dei militari del Nucleo Radiomobile di Giulianova. I due devono rispondere dell’accusa di concorso in furto aggravato, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.
Costa e Feriozzi dopo aver forzato la porta di ingresso chiusa con catena e lucchetto di un magazzino di attrezzi agricoli, hanno portato via alcuni pezzi di un trattore e diversi attrezzi agricoli ed altro materiale. Il proprietario avendo udito forti rumori provenienti dal locale ha allertato immediatamente i carabinieri di Pineto che in pochi minuti hanno raggiunto il magazzino trovando ancora dentro i due ladri che, ormai scoperti, hanno ingaggiato una violenta colluttazione con i due militari che, sebbene malconci, sono riusciti a bloccarli e trarli in arresto anche grazie all’ausilio dei militari dell’Aliquota Radiomobile di Giulianova arrivati in soccorso. La refurtiva interamente recuperata è stata restituita al legittimo proprietario.I due arrestati sono stati rinchiusi nelle camere di sicurezza della stazione di Pineto in attesa dell’udienza di convalida che si svolgerà nel corso della mattinata di oggi mentre i due carabinieri sottoposti alle cure dei sanitari dell’Ospedale Civile di Atri sono stati riscontrati affetti da lesioni giudicate guaribili in 10 e 15 giorni.