PESCARA

Teatro da 1.200 posti nell’area di risulta, tra un mese arriva il progetto preliminare

L’opera da 20 mln di euro sarà finanziata dalla Fondazione PescarAbruzzo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2126

 Teatro da 1.200 posti nell’area di risulta, tra un mese arriva il progetto preliminare
Tra poco più di un mese sarà pronto il progetto preliminare, elaborato dalla struttura interna, del Teatro che sorgerà sulle aree di risulta dell’ex stazione ferroviaria.


PESCARA. Tra poco più di un mese sarà pronto il progetto preliminare, elaborato dalla struttura interna, del Teatro che sorgerà sulle aree di risulta dell’ex stazione ferroviaria.
Un teatro da 1.200 posti, oltre una sala polivalente utilizzabile come ‘ridotto’, compresi locali per la produzione artistica e ristorante panoramico. Dal punto di vista urbanistico la proposta sarà conforme al Piano e congruente con l’ultima delibera del Consiglio comunale. Il secondo step è costituito dalla delibera, questa volta di Consiglio, per la costituzione della società che realizzerà l’opera con fondi interamente della Fondazione PescarAbruzzo, oltre 20 milioni di euro.
Con provvedimento del Direttore generale del 25 gennaio è stato costituito un ‘Gruppo di lavoro’ interno all’amministrazione, che ha l’obiettivo di procedere alla celere predisposizione della documentazione tecnica, destinata ad avviare la procedura di gara per la realizzazione degli interventi attuativi del Piano Particolareggiato 1. Il termine assegnato al Gruppo per il raggiungimento dell’obiettivo è di 90 giorni con la realizzazione del Piano economico da porre a base di gara, prevedendo il teatro, il terminal bus, la superficie a verde attrezzato, almeno 3mila posti auto a rotazione, oltre 500 box auto pertinenziali da realizzarsi a nord e a sud dell’area, anche fuori terra, superfici dedicate alla viabilità, piazze e spazi d’incontro alternativi a corso Vittorio Emanuele pedonalizzato e l’eventuale torre nell’area dell’ex Bingo.
«I parcheggi continuano a essere la nostra priorità – ha ribadito il consigliere Sospiri – e ritengo si debba sdoganare il timore dei parcheggi a silos fuori terra».
Al termine della seduta straordinaria del Consiglio comunale di giovedì è stato approvato con 17 voti favorevoli, e un presente non votante (il consigliere Acerbo) un ordine del giorno congiunto, sottoscritto dalle forze politiche di centrodestra e centrosinistra, compreso il sindaco Albore Mascia in cui si è invitato il sindaco e la giunta ad «attivarsi in tempi rapidi per cogliere la disponibilità della Fondazione PescarAbruzzo e diretta alla definizione di interventi culturali da portare in Consiglio comunale per la discussione di merito; valutare la possibilità di valorizzare il patrimonio immobiliare dell’Ente incidente in quell’area per la ricerca di un equilibrio finanziario dell’intervento; attivare un Tavolo di lavoro congiunto per un confronto sulla definizione di un programma di attività collegato all’individuazione dell’intervento da ipotizzarsi e che abbia anche lo scopo di individuare le fonti di finanziamento a sostegno della fattibilità dell’intervento stesso, da portare all’attenzione del Consiglio comunale».
Inoltre nel corso della seduta il sindaco Albore Mascia ha incontrato i 15 dipendenti Telecom che mercoledì, in conferenza stampa, con il capogruppo Fli Pignoli, hanno denunciato la chiusura dell’area Credito territoriale Clientela Business e il loro trasferimento al call center del 187, che ha già degli esuberi di personale, con il rischio del licenziamento.
In coda alla seduta è stato approvato, con 16 voti a favore, un ordine del giorno, proposto dal consigliere Pignoli nel quale si è invitati «sindaco e giunta comunale ad adottare gli opportuni provvedimenti amministrativi affinchè venga sospeso il procedimento di trasferimento delle unità lavorative facendosi carico inoltre di essere ricevuti presso il Prefetto di Pescara insieme ai rappresentanti Telecom onde risolvere definitivamente il problema».