Concussione, truffa e peculato, medici Asl patteggiano

A sette mesi dagli arresti arriva la sentenza

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3956

Concussione, truffa e peculato, medici Asl patteggiano
CRONACA. LANCIANO. Patteggiamento per i due medici della Asl Lanciano-Vasto-Chieti arrestati a maggio scorso

CRONACA. LANCIANO.  Patteggiamento per i due medici della Asl Lanciano-Vasto-Chieti arrestati a maggio scorso
I due, Clara e Vittorio Levante, erano responsabili fino a maggio scorso del Sert di Lanciano. Stamattina è stata emessa la sentenza: i due hanno patteggiato 1 anno e 10 mesi di reclusione per i reati di peculato, concussione e truffa aggravata ai danni dello Stato.
L'inchiesta, partita a seguito di varie segnalazioni, ha fatto luce su un sistema di presunti raggiri sulla presenza sul posto di lavoro con assenze prolungate per attività non legate all'ufficio, ma personale. La dottoressa Levante avrebbe indotto dei tossicodipendenti in cura a firmare attestazioni di stima da utilizzare in un provvedimento disciplinare fornendo prestazioni che in realtà erano atti dovuti. Inoltre gli arrestati hanno effettuato dall'ufficio centinaia telefonate non attinenti al servizio. Sempre la direttrice Levante avrebbe inoltre falsamente utilizzato la propria posizione per effettuare prestazioni sanitarie ai propri familiari facendoli passare come soggetti in cura al Sert. I due sono stati difesi dall'avvocato Augusto La Morgia di Pescara.