«Ho visto Roberto Straccia sul Ponte del Mare»

Oggi alle 15 i funerali dello studente di Moresco

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6317

Rita, Mario e Lorena Straccia

Rita, Mario e Lorena Straccia

PESCARA. Un testimone ha raccontato alla trasmissione "Chi l’ha visto?" di aver incrociato il 14 dicembre scorso Roberto sul Ponte del Mare.

PESCARA. Un testimone ha raccontato alla trasmissione "Chi l’ha visto?" di aver incrociato il 14 dicembre scorso Roberto sul Ponte del Mare.
Per la precisione proprio a metà del ponte, attaccato alla balaustra utilizzata dal giovane studente come attrezzo per fare esercizi di stretching. L’uomo ha mimato esattamente i movimenti compiuti dal giovane: schiena rivolta contro la ringhiera, braccia all’indietro e busto proteso verso l’esterno. 
«Si sporgeva», ha raccontato l’uomo che si stava dirigendo dal molo nord a quello sud, «mi sono spaventato e per questa ragione mi sono avvicinato per dirgli che doveva stare attento». Insieme al signore, che nei giorni scorsi ha riferito l’episodio anche alla procura, c’era anche la moglie.  Il testimone dice che Roberto aveva le cuffie per ascoltare la musica e per questo motivo non è certo che abbia sentito le sue parole. Gli inquirenti ritengono questa testimonianza attendibile, l’uomo avrebbe riferito particolari e dettagli che non lasciano dubbi.
Possibile che proprio nel corso di questi esercizi Straccia si sia sporto troppo e sia caduto nel fiume sottostante e poi trascinato al largo  dalle correnti? In quel tratto di fiume il fondale è molto basso a causa della secca e del mancato dragaggio: il corpo è riuscito a scivolare via senza arenarsi ai bordi del molo? Restano però i dubbi su come sia possibile che nessuno abbia visto niente in pieno giorno. Non ci sono testimoni della tragica caduta? Bisogna dunque escludere la presenza di persone sia sul ponte, (ma lo stesso testimone parla di altre persone che passeggiavano), sia lungo il molo dei trabocchi e nei pressi della madonnina o della stazione marittima dove c’è una visuale completa del ponte. Una persona cade accidentalmente dall’alto, in pieno giorno, in una giornata di sole (e vento) con una temperatura mite, sebbene fosse dicembre, e nessuno vede niente?
Intanto oggi alle 15 nella chiesa di San Lorenzo a Moresco si svolgeranno i funerali del giovane. Ieri il corpo di Roberto è tornato a casa in una bara bianca.   Oggi l’ultimo saluto ma per familiari e amici la storia non è chiusa. Loro andranno avanti, hanno assicurato, fino a quando la verità non uscirà fuori. Vogliono sapere come è morto Roberto.
a.l.