Autovelox taroccati: 146 comuni nell’inchiesta bresciana. In Abruzzo sono 12

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

8269

Autovelox taroccati: 146 comuni nell’inchiesta bresciana. In Abruzzo sono 12
BRESCIA. La Guardia di Finanza di Brescia ha reso noto oggi i dati relativi all' operazione '512' su un giro di autovelox taroccati e utilizzati in molte regioni italiane.

Le indagini, condotte dalla tenenza di Desenzano del Garda sono state svolte parallelamente a un'altra inchiesta, della Guardia di Finanza di Sala Consilina (Salerno), anch'essa riguardante un uomo di 60 anni, originario del mantovano, ma residente a Desenzano del Garda.

Entrambe le indagini hanno consentito di appurare, secondo quanto è stato spiegato oggi, che D.B., attraverso una cinquantina di autovelox, dei quali solo due omologati, è riuscito ad ottenere appalti con le amministrazioni comunali, attraverso finte gare a cui partecipavano solo ditte a lui riconducibili.

In altri casi l'indagato bresciano offriva servizi aggiuntivi, quali il videoterminalista incaricato d'occuparsi dell'autovelox.

Un caso che fece discutere emerso da una inchiesta delle Iene, il programma di Italia 1 che aveva evidenziato stranezze e presunte irregolarità dei funzionamenti degli autovelox.

Nella inchiesta sono finiti anche alcuni comuni abruzzesi: sono 12 della provincia di Chieti, L’Aquila, Teramo e sono Anversa degli Abruzzi, Balsorano, Basciano, Bugnara, Canosa Sannita, Collarmele, Colledara, Cupello, San Giovanni Lipioni, Santa Maria Imbaro, Tossicia e Treglio.

Dalle indagini è inoltre emerso che D.B. prendeva una percentuale sulle multe. In alcuni casi l' autovelox è risultato taroccato in modo da registrare una velocità superiore del 15% rispetto a quella reale. Sono state complessivamente denunciate 558 persone, mentre le amministrazioni comunali coinvolte sono 146, con 367 funzionari pubblici.

A vario titolo sono contestati: associazione a delinquere, frode fiscale e falsa fatturazione, bancarotta fraudolenta. Le violazioni del codice illecitamente contestate sarebbero 82mila con indebite richieste di sanzioni pe circa 11,5 milioni di euro. Nelle fasi dell'inchiesta, la vicenda venne portata alla ribalta nazionale da un' inchieste delle 'Iene'.

 Questo l'elenco dei Comuni coinvolti nell'inchiesta della Gdf di Brescia sugli autovelox taroccati:

Abbadia S. Salvatore (Si), Acquasanta Terme (Ap), Airole (Im), Aisone (Cn), Albuzzano (Pv), Alleghe (Bl), Altavilla Milicia (Pa), Altofonte (Pa), Altomonte (Cz), Anversa Degli Abruzzi (Aq), Aragona (Ag), Ardore (Rc), Arquata Del Tronto (Ap), Arsoli (Rm), Artena (Rm), Badolato (Cz), Balsorano (Aq), Basciano (Te), Binetto (Ba), Bitritto (Ba), Bonate Sotto (Bg), Brezzo Di Bedero (Va), Brienza (Pz), Brolo (Me), Brugnato (To), Brusasco (Sp), Brusnengo (Bi), Buccinasco (Mi), Budoni (Nu), Bugnara (Aq), Cadeo (Pc), Canepina (Vt), Canosa Sannita (Ch), Casei Gerola (Pv), Castellabate (Sa), Castiglione D'orcia (Si), Chiaramonte Gulfi (Rg) Chiusa Di Pesio (Cn), Cicciano (Na), Civitella D'agliano (Vt), Cogorno (Ge), Collarmele (Aq), Colledara (Te) Corbara (Sa), Cupello (Ch), Fabrica Di Roma (Rm), Ficarazzi (Pa), Filandari (Vv), Fluminimaggiore (Ca), Forza D'agro (Me), Francofonte (Sr), Fratta Todina (Pg), Gagliole (Mc), Gallicchio (Pz), Gargnano (Bs), Gizzeria (Cz), Greggio (Vc), Grottolella (Av), Isola Delle Femmine (Pa), Issiglio (To), Itala (Me), Leggiuno (Va), Leporano (Ta), Letojanni (Me), Licenza (Rm), Licodia Eubea (Ct), Loiri Porto San Paolo (Ss), Maiori (Sa), Maissana (Sp), Malvito (Cs), Mandatoriccio (Cs), Manta (Cn), Maruggio (Ta), Melicucco (Rc), Montefalco (Pg), Montefortino (Ap), Montelanico (Rm), Montemurro (Pz), Monteroni Di Lecce (Le), Monterosi (Le), Monterubbiano (Ap), Morciano Di Romagna (Fo), Moresco (Ap), Morlupo (Le), Morolo (Fr), Mottalciata (Bi), Nazzano (Rm), Noepoli (Pz), Oria (Br), Ospedaletto Lodigiano (Lo), Palermiti (Cz), Palestro (Pv), Palmi (Rc), Palosco (Bg), Paterno (Pz), Patrica (Fr), Pedrengo (Bg), Piancastagnaio (Si), Pietravairano (Ce), Pieve Albignola (Pv), Pincara (Ro), Podenzana (Ms), Poggiorsini (Ba), Pollina (Pa), Portopalo Di Capo Passero (Sr), Pray Biellese (Vc), Pratella (Ce), Radicofani (Si), Ripe (An), Rivodutri (Ri), Rocca D'evandro (Ce), Roccafluvione (Ap), Roccagorga (Lt), Roggiano Gravina (Cs), San Giovanni Lipioni (Ch), San Gregorio Magno (Sa), San Michele Di Ganzaria (Ct), San Salvatore Telesino (Bn), San Sostene (Cz), Sant'angelo D'alife (Ce), Santa Maria Imbaro (Ch), Santa Maria Nuova (An), Santo Stefano Di Camastra (Me), Saviano (Na), Sermoneta (Lt), Serralunga Di Crea (Al), Serre (Sa), Sizzano (No), Stigliano (Mt), Stimigliano (Ri), Torrenova (Me), Torrice (Fr), Torricella (Ta), Tossicia (Te), Tramonti (Sa), Tramutola (Pz), Trappeto (Pa), Trecchina (Pz), Treglio (Ch), Unione Dei Comuni Santi Sanniti (Bn), Urago D'oglio (Bs), Vejano (Vt), Vico Nel Lazio (Vt), Villa Del Bosco (Bi), Villar Perosa (To),Iverone (Bi).

18/03/2011 15.06

CUPELLO E TOSSICIA:«NESSUN ATTO NOTIFICATO»

L’amministrazione comunale di Cupello precisa che «non è stato notificato alcun  atto relativamente alle indagini»

Il Comune precisa inoltre che «è stata posta in essere nel passato una convenzione per ciò che concerne il servizio autovelox e la ditta che collabora con l’Ente è stata scelta con procedura negoziata, successivamente revocata nell’anno 2000- 2001. La stessa procedura è stata seguita anche dalle Amministrazioni 2004- 2009 e da quella attuale, guidate dal Sindaco Angelo Pollutri, pertanto i fatti riportati in questi giorni dagli organi di stampa non sono assoggettabili alle Amministrazioni Pollutri».

Stessa perplessità manifestata anche dal Comune di Tossicia. Il primo cittadino del Comune di Tossicia precisa inoltre che:«nelle passate Amministrazioni , si sono intrattenuti rapporti con la Garda Segnale relativi a contratti di locazione delle attrezzature per la rilevazione delle infrazioni ai limiti di velocità del Codice della Strada. Tali contratti sono stati però rescissi nell’anno 2005 e da allora non si sono  più avuti rapporti con la suddetta società. Infatti , nel 2007 il Comune di Tossicia ha proceduto all’acquisto dell’autovelox velomatic 512,attualmente in uso, dalla ditta “Eltraff ” di Concorrezzo (MI) dotato di regolare Omologazione Ministeriale e dichiarazione di conformità , che viene gestito direttamente dalla Polizia Municipale e sottoposto a revisione annuale».

 E’ comunque probabile che –visti i tempi delle notifiche- gli atti eventualmente arriveranno tra alcune settimane, sempre che non vi siano stati errori.

19/03/2011