Cai, verso la chiusura centro manutenzione Air One. Provincia spera ancora

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2256

CHIETI. Ci sarebbe una cordata di imprenditori che lo vuol rilevare: presto un tavolo di confronto.

CHIETI. Ci sarebbe una cordata di imprenditori che lo vuol rilevare: presto un tavolo di confronto.

La Cai ha deciso che dal prossimo primo aprile il centro di manutenzione Air One Technic che opera presso l’Aeroporto d’Abruzzo verrà chiuso sia per problemi strutturali che di bilancio ma la Provincia di Chieti non si arrende.

«Un Abruzzo martoriato dal terremoto, colpito da  una forte crisi industriale che determina disoccupazione nelle aree di Chieti e Pescara, che alla vecchia Alitalia ha dato tanto, non può sopportare di perdere altri posti di lavoro, specie di quei profili di alta specializzazione che operano presso Airone Technic», ha detto il Presidente della Provincia di Chieti Enrico Di Giuseppantonio che questa mattina a Roma presso il Ministero dello Sviluppo economico ha partecipato ad un incontro.

Erano presenti anche Walter Cozzi in rappresentanza della Provincia di Pescara, Nicola Di Matteo della Fiom Cgil, alla Regione Abruzzo, a rappresentanti della Rsu, presente per Alitalia Giuseppe Depaoli, responsabile delle relazioni industriali.

«Da Roma torniamo con una speranza – spiega il presidente Di Giuseppantonio: mi sono fatto portavoce  dell’interesse di una cordata di imprenditori abruzzesi pronta a rilevare il centro di manutenzione Air One Technic  ed a sviluppare  quello della componentistica.  A fronte di questa proposta la riunione di oggi è stata sospesa  per consentire, nei prossimi giorni, l’apertura di un tavolo di confronto serio e concreto».

Un ruolo importante in questa vicenda lo sta avendo la Saga, guidata da Carla Mannetti, che potrebbe essere un importante punto di riferimento per la cordata di imprenditori.

«Dobbiamo scongiurare la perdita disposti di lavoro – ha concluso il Presidente Di Giuseppantonio – e al tempo stesso salvaguardare il ruolo dell’Aeroporto d’Abruzzo che con la paventata chiusura di Air One Technic – rischia di perdere il suo ruolo di scalo strategico in Italia e nel Mediterraneo».

 10/02/2011 17.26