Scontri a Roma. Bomba carta contro Del Turco, illeso. 41 fermati anche abruzzesi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3953

ROMA. Momenti drammatici a Roma per gli scontri nei pressi del senato. Persone e manifestanti hanno ingaggiato scontri con le forze dell’ordine che hanno blindato la Capitale.

 

Si parla di bombe carta, blindati incendiati così come molte auto sono attualmente in fiamme. Gli scontri più gravi si sono tenuti nei pressi del Senato dove i manifestanti si sono portati dopo che il governo ha incassato l’ennesima fiducia.

Negli scontri, secondo le primissime notizie battute dalle agenzie, sarebbe incappato anche Ottaviano Del Turco. Una bomba carta sarebbe stata lanciata proprio contro l’ex presidente della Regione che lasciava il Senato. Al momento non si hanno ulteriori notizie. A Roma oggi a manifestare anche le rappresentanze dei comitati Aquilani.

14/12/2010 16.05

SOLO PAURA, NESSUN PROBLEMA PER EX PRESIDENTE

Del Turco non avrebbe riportato ferite poichè l'ordigno sarebbe esploso ad alcuni metri di distanza ma non sono stati momenti facili. L'ex presidente da quanto si apprende sarebbe riuscito ad allontanarsi dall'epicentro degli scontri senza ulteriori problemi. Solo spavento per una situazione che non sembrava possibile.

Le forze dell'ordine avrebbero però già individuato numerose persone che si sarebbero rese responsabili degli scontri e degli atti vandalici e per i quali scatterà una denuncia.

14/12/2010 17.23

41 FERMATI TRA CUI PERSONE DI CHIETI, PESCARA E TERAMO

Sono 41 le persone fermate in occasione dei ripetuti scontri generati dai manifestanti nel corso delle manifestazioni studentesche odierne provenienti da diverse province d'Italia tra cui Pisa, Genova, Orvieto, Todi, Chieti, Pescara, Forlì, Trento, Bari, Teramo, Napoli ed Asti e dalla Francia. Lo rende noto la questura di Roma. Sono 57 invece gli appartenenti alle Forze dell'ordine rimasti contusi «a causa degli attacchi subiti da parte di alcuni gruppi di manifestanti».

14/12/2010 21.09