Il prof Romano dall’Agenzia sanitaria abruzzese a manager Asl a Roma

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4932

Il prof Romano dall’Agenzia sanitaria abruzzese a manager Asl a Roma
ABRUZZO. Ferdinando Romano,il direttore dell’Agenzia sanitaria abruzzese, saluta e se ne va.

 

E' stato nominato manager della Asl Roma D (Ostia e territori limitrofi) da Renata Polverini, presidente della Regione Lazio. La nomina è arrivata dopo l’approvazione da parte del Governo del Piano di rientro dai debiti della sanità del Lazio, una delle Regioni più esposte dal punto di vista dell’emergenza spese sanitarie.

Dopo l’approvazione delle nomine da parte della Commissione competente della Regione, l’incarico sarà operativo. Quella del professor Romano è però una partenza annunciata, visto il ruolo marginale a cui è stata ridotta l’Agenzia regionale abruzzese sotto la gestione Chiodi-Baraldi.

Il che non era nei programmi al momento della nomina di Romano, già docente di Igiene alla d’Annunzio e considerato vicino al senatore Fabrizio Di Stefano, il quale lo aveva voluto in quel ruolo per bilanciare lo strapotere di Forza Italia al momento delle nomine di Francesco Zavattaro come manager della Asl di Chieti e di Silveri all’Aquila.

Ed è stato anche un addio annunciato, perché il professor Romano era già stato nominato a fine luglio Commissario della Asl di Caserta dal presidente della Regione Campania Stefano Caldoro.

Insomma un modo per evadere dall’inattività imposta in Abruzzo (sembra che i dati del Piano sanitario operativo taglia ospedali e taglia spese non siano stati presi dall’Agenzia…) nonostante i proclami contrari dell’assessore Venturoni sulla selezione di personale qualificato proprio per l’Agenzia.  

Anche a Caserta Romano si era trovato a combattere con il Piano di rientro dai debiti. Già professore ordinario di Igiene generale ed applicata presso la facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università d’Annunzio di Chieti, dal 2003 si è trasferito alla Sapienza di Roma, come titolare della stessa cattedra presso la Facoltà di medicina e chirurgia. E’ direttore scientifico dell'Accademia nazionale di medicina, Presidente della commissione per la valutazione dei direttori generali delle aziende sanitarie locali e delle aziende ospedaliere della Regione Campania, Presidente della conferenza locale per la sanità della Asl RM C e fino a ieri Direttore generale dell’Agenzia sanitaria regionale della Regione Abruzzo.

La nomina a Roma ha lasciato perplessi anche i suoi collaboratori che hanno però condiviso il disagio dell’Agenzia, comprendendo la scelta di chiudere questa esperienza. Sul versante politico non si comprende ancora se si tratta di un indebolimento del senatore Di Stefano o di un suo successo nazionale.

Sebastiano Calella  06/11/2010 9.35