IL MISTERO

«Il cadavere è di Roberto Straccia»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3816

«Il cadavere è di Roberto Straccia»

BARI. La Procura di Bari conferma quello che ormai era già una certezza: il cadavere ritrovato sugli scogli del litorale barese è di Roberto Straccia.

A darne notizia è la Procura di Bari che poco fa ha diffuso una nota: «l'attività istruttoria svolta consente», si legge nel documento, di confermare che l’identità da attribuire a quel corpo senza vita ritrovato da un passante è dello studente di Moresco. Una conferma a cui si è giunti «con sufficiente grado di verosimiglianza». Sempre la Procura di Bari spiega che sul corpo dello studente marchigiano «sono stati conferiti incarichi di consulenza ad elevato livello di specializzazione per l'esame autoptico e tossicologico. È stato anche disposto l'esame del Dna per corroborare l'identificazione. I consulenti hanno avuto termini dai trenta ai sessanta giorni, per cui non è possibile avanzare prima del deposito delle relazioni ipotesi giuridicamente apprezzabili». Le indagini della Procura di Bari vengono compiute «in stretto collegamento con la Procura di Pescara».

Gli esami effettuati consentiranno di chiarire tempi e modalità del decesso. Si riuscirà a capire se Roberto è morto una volta caduto in acqua o se il suo corpo sia stato gettato in mare solo in un secondo momento. Si riuscirà a datare anche con una certa sicurezza il periodo in cui il cadavere è rimasto in acqua e le cause del decesso: malore, morte da affogamento o morte violenta (aggressione o altro). Al momento l'ipotesi più accreditata dagli inquirenti, ma fortemente respinta dai parenti, è quella del suicidio. I familiari sono più propensi a pensare che possa essersi trattato di un malore improvviso o di una aggressione. Nel primo caso resta da capire, però, come il corpo possa essere finito in mare dal momento che nel tragitto abituale il giovane non correva vicino all'acqua.

Questa mattina i genitori di Roberto, papà Mario e mamma Rita, sono arrivati a Bari e sono stati per un paio d’ore all’istituto di medicina legale del Policlinico, in compagnia di un frate, prima dell’inizio degli esami. Secondo le prime indiscrezioni pare che già venerdì il corpo di Roberto potrebbe far ritorno a Moresco e sabato, esattamente ad un mese di distanza dalla scomparsa, potrebbero celebrarsi i funerali. 

a.l. 11/01/2012 18.45