«Uno sportello in ogni Comune montano per i servizi all’impiego»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1080

TERAMO. Decentrare negli uffici comunali dell’area montana i servizi di prima informazione e soprattutto quelli di certificazione e iscrizione. E’ la proposta che l’assessore alle politiche del Lavoro, Francesco Zoila, ha avanzato alle amministrazioni comunali, presentando loro, ieri sera, un dettagliato progetto.
Gli utenti eviterebbero di doversi recare per ogni necessità agli Sportelli per l'Impiego - presenti a Teramo, Giulianova, Nereto e Atri – e potrebbero assolvere ad una serie di adempienze direttamente negli uffici del proprio Comune.
«La necessità di offrire dei servizi sempre più vicini agli utenti, sempre più fruibili da tutti i cittadini, soprattutto quelli disagiati o con problematiche legate alla mobilità, ci hanno spinto ad elaborare un progetto sperimentale per delocalizzare alcuni dei Servizi per l'impiego e la formazione – commenta l'assessore alle politiche del Lavoro, Francesco Zoila - . Pur rimanendo determinante e centrale il ruolo dei Centri e dell'Agenzia formativa sarebbe possibile decentrare presso le sedi delle amministrazioni comunali alcuni, importanti servizi».
Al momento la sperimentazione riguarderà i Comuni montani, che sono 28.
I servizi che potrebbero essere decentrati – secondo il progetto illustrato nel corso dell'incontro con gli enti locali dalla dirigente del settore Daniela Cozzi e dal consulente Francesco Benini - sono: l'accesso al portale lavoro della Provincia di Teramo, uno sportello virtuale del Centro per l'impiego con tutta una gamma di servizi predisposti per un utilizzo in autogestione; i servizi di preiscrizione e certificazione (certificato di iscrizione alle liste ordinarie, alla mobilità, alla 68/99 etc.); consultazione ed autoconsultazione di materiale informativo, la visura delle certificazioni; la prenotazione dei servizi specialistici attraverso la consultazione di un calendario on line con l'agenda di tutti gli operatori suddivisi per servizio e per Centro; il sistema di autocandidatura alle offerte di lavoro.
Con l'adesione ufficiale dei Comuni si passerà alla fase operativa con l'installazione negli uffici comunali di un terminale collegato ai Centri, la messa a punto di una serie di servizi interattivi e la formazione dei dipendenti comunali che verranno addetti al servizio.

16/05/2007 11.33