La Solvay chiude gli impianti, De Dominicis non ci sta e chiede un confronto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1156

BUSSI. «Sospendere il provvedimento e costruire insieme ai sindacati ed alle istituzioni, ognuno per le proprie competenze, un percorso condiviso, capace di accompagnare questo difficile momento». E’ quanto chiede il presidente della Provincia di Pescara, Giuseppe De Dominicis, in una lettera inviata questa mattina al direttore di stabilimento della Solvay Chimica di Bussi sul Tirino, Stefano Spezzaferro.
La lettera arriverà per conoscenza anche al prefetto di Pescara, Giuliano Lalli, all'assessore alle Politiche del Lavoro della Regione, Fernando Fabbiani, e al sindaco della cittadina, Marcello Chella: «Le notizie di cui sono venuto a conoscenza in merito alla chiusura, seppur da voi ritenute provvisorie, degli impianti di produzione di clorometani – scrive il presidente della Provincia - stanno creando una situazione di grande preoccupazione e di tensione, soprattutto in fabbrica. Situazione questa che crea in me qualche preoccupazione». De Dominicis invita il direttore dello stabilimento «a intercedere presso Solvay Italia, affinché rinvii la chiusura del reparto dei clorometani a fine mese, per consentire almeno alle parti sociali e alle istituzioni locali di predisporre e attivare idonei strumenti di tutela dei lavoratori e delle loro famiglie e per consentire la definizione di alcune nuove iniziative industriali, che potrebbero modificare in positivo l'impatto sociale della decisione di chiusura della linea dei clorometani».
08/05/2007 17.16