Tribuna Majella dell'Adriatico intitolata alla memoria di Allegrino

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

996

PESCARA – «E' difficile dimenticare un uomo che ha lasciato a questa città un importante segno d'amore». Così l'assessore comunale allo sport Rocco Persico ha aperto la conferenza stampa durante la quale è stato reso noto che, da sabato prossimo, il settore Tribuna Maiella dello stadio Adriatico sarà intitolato alla memoria dell'ex sindaco Domenico Allegrino di cui, pochi giorni fa, è ricorso l'ottavo anniversario dalla scomparsa.
Hanno partecipato all'incontro anche la figlia di Allegrino, Antonella, il presidente del Pescara Calcio Massimiliano Pincione e il presidente provinciale del Coni Giovanni Cornacchia. La cerimonia di intitolazione si svolgerà sabato prossimo, alle 15.15, nei pressi dello spazio antistante la gradinata d'accesso alla tribuna d'onore, prima dello svolgimento dell'incontro di calcio Pescara – Arezzo. Sarà scoperta una targa a ricordo di Allegrino. «E' un momento di grande orgoglio, un riconoscimento importante da parte dell'amministrazione comunale», ha commentato la figlia dell'ex primo cittadino. «Mio padre oltre ad essere stato sindaco di questa città è stato anche assessore allo sport; ruolo che ha ricoperto con passione, professionalità e con molto piacere. Lui – ha proseguito – è stato anche arbitro di calcio, assisteva con piacere alle partite del Pescara quando giocava in casa e, durante la sua attività amministrativa, è intervenuto sulla messa a punto di cinque impianti sportivi della città. E' stato una persona lungimirante: aveva capito l'importanza dello sport sia per quando riguarda un discorso d'immagine per Pescara e l'Abruzzo intero e sia su livelli economici e commerciali».
Della stessa opinione l'assessore Persico il quale ha dichiarato: «E' molto importante – ha sottolineato Persico – conservare la memoria storica dei nostri 'padri' soprattutto quando si parla di persone che hanno lasciato, alla nostra società, un amore particolare per lo sport e per la famiglia». «Ho avuto la fortuna di conoscere personalmente Domenico Allegrino – ha ricordato Cornacchia – è posso affermare che è stato un uomo capace di relazionarsi in maniera brillante con ogni forma di sport promossa nell'ambiente cittadino: lui è stato davvero un amico dello sport. Oggi, – ha proseguito il presidente provinciale del Coni – i giovani non hanno più punti di riferimento, mi riferisco alla famiglia, alla scuola e anche allo sport; era riuscito a riportare in alto alcuni di questi valori».
La targa, che sarà scoperta allo stadio Adriatico, è stata realizzata da Nadia La Torre, giovane artista autodidatta la quale oltre all'immagine dell'ex sindaco davanti ad uno sfondo della città di Pescara ha aggiunto una frase particolarmente emozionante: «Domenico Allegrino, sindaco di Pescara, uomo di pace, esempio di gioia e amicizia nello sport».

Ivan D'Alberto

19/04/2007 9.13