125 mila euro per la formazione di laureati e non laureati

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

715

TERAMO. La Provincia finanzia corsi di formazione, riqualificazione e master per laureati e non laureati. Le risorse disponibili ammontano a 125 mila euro. I destinatari dei voucher formativi, cioè degli assegni destinati a rimborsare il costo dei corsi, sono giovani e adulti, residenti in provincia, che alla data del 14 aprile risultino iscritti come disoccupati o inoccupati in uno dei Centri per l’Impiego della Provincia di Teramo e che abbiano un reddito calcolato in base ai parametri ISEE non superiore a 25 mila euro.
Nell'assegnazione dei benefici, sono considerate priorità il non aver usufruito in precedenza di altri voucher individuali per la formazione erogati dalla Regione e il basso livello di reddito ISEE.
Gli interventi formativi ammessi a finanziamento devono essere erogati da istituzioni universitarie pubbliche e private, italiane ed estere, o da soggetti accreditati per la formazione superiore. Le attività per le quali viene assegnato il voucher formativo, inoltre, debbono concludersi non oltre il 31 maggio 2008. Sono finanziabili anche interventi formativi già in corso.

«La finalità di questi interventi – dichiara l'assessore al Lavoro Francesco Zoila – è di promuovere ed orientare le scelte dei giovani in modo da corrispondere alla domanda proveniente dal mercato del lavoro, che richiede figure sempre più specializzate. La nostra preoccupazione è quella di creare competenze utili all'inserimento lavorativo nell'ambito di un nuovo modello di sviluppo. Che può e deve essere più competitivo ed innovativo».
Nel dettaglio sono finanziabili, a beneficio di soggetti laureati, master, corsi di specializzazione e di perfezionamento, corsi per il conseguimento di titoli internazionali post laurea, corsi per il conseguimento di un'alta qualificazione.
Per quanto riguarda i non laureati, invece, sono finanziabili master, corsi di perfezionamento per diplomati, corsi di qualificazione professionale post-obbligo, corsi di aggiornamento, corsi di riqualificazione.
I richiedenti il cui reddito ISEE sia inferiore o uguale a 10 mila euro possono chiedere un contributo sino alla copertura del 100% delle spese ammissibili a finanziamento (iscrizione, esami, libri di testo, fideiussione), invece i richiedenti il cui reddito ISEE sia superiore a 10 mila euro e fino a 25 mila euro possono chiedere un contributo sino alla copertura del 70% delle spese ammissibili a finanziamento.
Il limite massimo del contributo, per gli interventi formativi che non presuppongono la laurea, è di 5 mila euro nel caso si svolgano in territorio nazionale e di 8 mila euro nel caso abbiano sede all'estero. Se si tratta di interventi formativi che presuppongono la laurea, invece, il limite massimo del contributo è di 7 mila euro se la sede è in territorio nazionale e 10 mila euro se la sede è all'estero. Nell'ambito dei suddetti limiti massimi, ai richiedenti il cui reddito ISEE sia inferiore o uguale a 10 mila euro è riconosciuta un'indennità giornaliera di frequenza.
Le domande possono essere spedite fino al 18 maggio 2007, solo a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno, a: Provincia di Teramo, Settore III Politiche del Lavoro e della Formazione Professionale, Via del Castello, 10 – 64100 TERAMO.
Maggiori informazioni sono contenute nell'avviso pubblico consultabile presso i Centri per l'impiego di Teramo, Giulianova, Nereto e Roseto e scaricabile dal portale dell'ente agli indirizzi www.provincia.teramo.it o www.teramolavoro.it.

18/04/2007 12.04