Pianella: lunedì inaugurazione Palazzo della Cultura

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

683

PIANELLA. Si svolgerà lunedì prossimo, 2 aprile, alle ore 17.30, l’inaugurazione del Palazzo della Cultura di Pianella, completamente ristrutturato dall’amministrazione comunale, e, contestualmente, della Rassegna Nazionale di Arti Visive ‘Ricerche Contemporanee: Omaggio a Luigi Faccioli’, giunta all’VIII edizione. Alla cerimonia saranno presenti, oltre al sindaco di Pianella, l’onorevole Giorgio D’Ambrosio, e alla giunta e al consiglio comunale al gran completo, anche il vicepresidente della Camera dei Deputati, l’onorevole Castagnetti, e l’assessore regionale alla cultura Betti Mura.
«L'evento – ha spiegato il sindaco, l'onorevole D'Ambrosio – segnerà, innanzitutto, la rinascita del Palazzo della Cultura, un edificio storico racchiuso tra le mura medioevali della città, dove, secondo varie testimonianze custodite negli archivi, abitarono le nobili famiglie di mecenati del nostro territorio che, ricordiamo, per il devoto ossequio al re Ferdinando IV di Borbone, meritò l'elogio di ‘Città Regia'. Il Palazzo si trova in via Monsignor D'Addario e mostra chiaramente le tracce dell'architettura neoclassica, romantica e liberty, a due passi dal Palazzo Crognale (altro edificio simbolo) e attaccato al muro della seicentesca Chiesa di San Leonardo, oggi trasformata in Cinema parrocchiale».
Nel tempo, purtroppo, sono andati perduti gli affreschi che decoravano la facciata, i pavimenti e le pareti della struttura, specie nel periodo in cui venne adibita ad abitazione.
«Tra gli ultimi abitanti del Palazzo, prima del disfacimento – ha ancora ricordato l'onorevole D'Ambrosio –, ci fu Filistauro Melchiorre, uomo di cultura nel campo legislativo che chiuse la propria esistenza in questo edificio con le sorelle. Tra l'altro, già anziano, egli sposò una zia di Monsignor Vincenzo D'Addario (prematuramente scomparso quasi due anni fa), e oggi infatti riposa nella sua cappella nel cimitero di Pianella».
Alcuni anni fa il Comune ha rilevato la proprietà del manufatto, cominciando il suo restauro, oggi completato tranne qualche piccolo intervento ancora in corso al pianterreno. E, nell'intervento di restauro, sono state recuperate tutte le tracce originarie dell'architettura del fabbricato, come i balconi in ferro battuto, uno stemma di famiglia (un guerriero rinascimentale adagiato) e le volte a crociera.
«Oggi – ha aggiunto il sindaco – l'edificio diventerà un centro di aggregazione culturale, artistica, letteraria e scientifica. Le sale al piano terra accoglieranno un'Emeroteca, con uscita in viale Regina Margherita. I piani superiori (ciascuno dotato di 5 sale) ospiteranno la Sala Convegni e, soprattutto, custodiranno tutto il patrimonio artistico acquisito negli anni dal Comune con le varie rassegne di Ricerche di arte contemporanea e altre sezioni dedicate alla storia di Pianella e al suo artigianato».
Il cerimoniale si aprirà alle 17.30 con l'accoglienza degli ospiti presso il Palazzo comunale e, dopo i saluti delle autorità, il professor Leo Strozzieri presenterà la mostra dell'VIII Rassegna Nazionale di Arti Visive, che quest'anno è stata allestita proprio all'interno del Palazzo della Cultura e che sarà divisa in quattro sezioni con la presenza di 52 artisti, fra cui Primo Conti e Luigi Faccioli.
La prima parte della cerimonia si chiuderà con il saluto dell'onorevole Castagnetti.
Subito dopo ci si sposterà presso il Palazzo della Cultura per l'inaugurazione ufficiale, con la benedizione del parroco e il classico taglio del nastro, seguito dalla visita alle sale espositive.

31/03/2007 9.33