Il Ministero contesta le assunzioni dei precari del Parco Gran Sasso

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

574


TERAMO. La dirigenza del Ministero dell'Ambiente ha sollevato dei dubbi sull'applicabilità dei provvedimenti di stabilizzazione a tutti i precari dell'ente Parco Gran Sasso-Monti della Laga.
Secondo il Ministero non sarebbe possibile stabilizzare e, quindi assumere, i lavoratori alle dipendenza della cooperativa Formula Ambiente ma solo quelli che hanno contratti di collaborazione direttamente con l'ente Parco.
Considerata la difficile situazione nella quale verrebbero a trovarsi 34 persone, tutte impegnate nell'assolvimento di funzioni ordinarie, indispensabili alla vita dell'ente, il presidente D'Agostino, ha chiesto ai parlamentari abruzzesi di intervenire presso la Funzione Pubblica affinchè chiarisca la situazione.
«A nostro avviso - commenta il Presidente – ci sono tutti i margini per una risoluzione positiva perché la volontà del legislatore è proprio quella di consentire agli Enti Parco di svolgere la loro funzione. Ma è indispensanbile l'impegno di tutti per arrivare ad avere risposte brevi in tempi certi soprattutto per i lavoratori che sono senza stipendio».
30/03/2007 15.02