Denso, riassunte le due dipendenti licenziate

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

708

Il 7 marzo scorso presso la Direzione Provinciale del lavoro di Chieti, davanti alla Commissione di Conciliazione, due lavoratrici addette alla mensa della Denso, licenziate due mesi fa (a gennaio), assistite dallo Slai Cobas, hanno ottenuto la riassunzione.

Ieri, lunedì 12 marzo le due lavoratrici hanno potuto riprendere il lavoro con le medesime qualifiche e mansioni che avevano nel momento del licenziamento.

«Davanti all'inconsistenza del licenziamento», spiega oggi lo Slai Cobas, «non abbiamo mai avuto dubbi.Abbiamo detto chiaramente, e preteso, che l'unica conclusione accettabile di questa vicenda fosse una sola: il pieno reintegro». E cià è avvenuto grazie «alla grande partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori iscritti e simpatizzanti dello Slai Cobas, alle iniziative che abbiamo messo in campo, è stato possibile ottenere questo risultato».

«E' bastato», continuano le rappresentanze sindacali, «portarsi un panino da casa per due giorni, boicottando la mensa, per dare un “peso” alla nostra solidarietà nei confronti delle due lavoratrici e madri licenziate. Come lavoratori abbiamo dimostrato che la solidarietà c'è ed è tangibile al contrario delle R.S.U., che sulla vicenda non hanno mai preso posizione».

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=8143]I DUE LICENZIAMENTI[/url]

13/10/2007 11.00