Nasce la cellula del Wwf della Marsica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

850

AVEZZANO. Nei giorni scorsi si è svolta ad Avezzano la prima riunione, dopo molti anni, di un nucleo di soci WWF. L’obiettivo della riunione era quella di far rinascere un gruppo attivo di soci che portasse avanti le iniziative dell’Associazione nel territorio della Marsica. Nel corso della riunione, alla quale ha partecipato anche il Presidente regionale del WWF, Dante Caserta, sono stati esaminati le principali problematiche ambientali dell’area e sono state raccolte segnalazioni e suggerimenti da parte dei soci.
«Si è trattato di un incontro molto proficuo», sottolinea Barbara Filippi, avezzanese, consigliere regionale del WWF e promotrice dell'incontro.
«Erano anni che il WWF, pur continuando ad occuparsi di questo territorio, non organizzava un incontro tra i suoi soci. Abbiamo delineato i settori nei quali programmare i nostri primi interventi: corretta gestione dei ciclo dei rifiuti con azioni di promozione per la raccolta differenziata che ad Avezzano e nei comuni vicini è ferma ad un misero 10%; azioni sulle Amministrazioni affinché migliorino le aree verdi presenti in città; attenzione al mondo della scuola attraverso interventi di educazione ambientale; rilancio del progetto per il Parco regionale dei Simbruini-Ernici».
E proprio del parco ha parlato Fabrizio Pietrosanti, responsabile del Gruppo Attivo WWF di Tagliacozzo, sottolineando come il progetto è rimasto fermo troppo a lungo: «Il territorio dei Simbruini-Ernici è l'unica grande area montana abruzzese rimasta fuori dal progetto di Abruzzo regione verde d'Europa, nonostante fosse stata da sempre individuata come elemento fondamentale per questo grande progetto. Alcuni anni fa, quando Stefania Pezzopane era assessore regionale ai Parchi, arrivammo vicinissimi all'istituzione di questa area protetta: oggi ci sono le condizioni per far ripartire questa proposta tenuto conto anche dei vantaggi economici che un'area protetta può portare».
Chi è interessato può scrivere ad abruzzo@wwf.it

07/03/2007 13.34