Incidente mortale nella notte sull'asse attrezzato

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4491

CHIETI. Un incidente mortale si è verificato nella scorsa notte, quando erano da poco passate le 4 sull'asse attrezzato, all'altezza di Salvaiezzi. Un'auto Ford Fiesta con quattro rumeni a bordo è stata coinvolta, per cause ancora in via di accertamento, in un incidente con una Toyota Avensis condotta da un italiano, F.R 30enne di Pescara, che ha riportato solo alcune abrasioni.
A morire sul colpo è stato uno dei rumeni Vasile Vremera, 38enne.
L'impatto non gli ha dato scampo e quando il suo corpo è stato estratto dalle lamiere era ormai privo di vita.
Secondo le prime ricostruzioni le due autovetture procedevano in direzione Pescara.
Nel cofano della macchina dei rumeni i Carabinieri hanno rinvenuto circa un quintale di rame, costituito da cavi elettrici, sicuramente rubato poco prima in qualche ditta.
Uno dei quattro, Nicolae Ciobanu, infatti, era stato arrestato il 10 febbraio scorso proprio dai carabinieri di Chieti scalo mentre rubava lo stesso tipo di rame da una ditta della zona industriale. In quel caso il rumeno, insieme al complice di allora, fu processato per direttissima, condannato ad alcuni mesi ma rimesso in libertà.
I tre rumeni, sono al momento in gravissime condizioni e ricoverati all'ospedale di Chieti. Verranno comunque denunciati per ricettazione salvo che, nel frattempo, non venga individuata la vittima del furto.
In questo caso il reato potrebbe cambiare in furto aggravato.

SCIPPA UNA VECCHIETTA, 23ENNE NEI GUAI

Alle 19 di ieri i carabinieri di Chieti hanno arrestato Nicolino Di Pendima, pregiudicato 23enne di Ripa Teatina, per il reato di scippo in flagranza. Il giovane ha strappato la borsa dal braccio di una 71enne, G.S, rimasta fortunatamente illesa.
Nella borsa c'erano solo 20 euro ma la donna ha rischiato di cadere a terra. Sono immediatamente scattate le ricerche e grazie alla testimonianza di alcuni passanti, il giovane è stato rintracciato a bordo della propria autovettura mentre stava per rincasare. Fermato e portato in caserma ha riconsegnato i soldi che aveva già messo in tasca per acquistare un pacchetto di sigarette.

DECRETO DI ESPULSIONE PER UN 24ENNE ALBANESE

Ieri mattina i carabinieri di Chieti Scalo hanno anche arrestato Julian Aldini, 24enne albanese, per inottemperanza alla legge sull'immigrazione. Il giovane, espulso lo scorso 12 luglio perché resosi responsabile di un furto, è stato controllato mentre era in giro per lo scalo di Chieti. L'udienza per direttissima, che si è tenuta nelle prime ore del pomeriggio di ieri ha portato alla sua condanna a sei mesi di reclusione, pena sospesa, e all'espulsione dal suolo nazionale. Questa mattina, alle ore 11.00, l'albanese sarà imbarcato per tornare nel suo Paese.

02/03/2007 13.35