Panificio in fiamme nella notte in corso Umberto a Montesilvano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2683

MONTESILVANO. Un nuovo incendio nella notte scorsa a Montesilvano. Investigatori al lavoro. E' il secondo episodio in meno di una settimana. Sale la tensione in città.



C'è una connessione tra i due eventi? Si tratta di episodi distinti e separati con cause differenti?
E' ancora presto per dirlo. Sta di fatto che Montesilvano in soli 4 giorni ha registrato due locali commerciali bruciati. Tutti e due gli episodi sono avvenuti quando all'interno non c'era nessuno e entrambi a tarda sera.
Se nel fine settimana le fiamme hanno completamente avvolto e distrutto la gelateria Davide e Katia di corso Strasburgo stanotte ad essere distrutto dalle fiamme è stato un negozio di alimentari situato in corso Umberto.
Zona più centrale ma decisamente meno frequentata dell'altra a quell'ora.
Le fiamme sono scoppiate verso le 23.30 e hanno distrutto macchinari, suppellettili ed elettrodomestici.
Sono stati i vigili del fuoco di Pescara a domare il rogo mentre i carabinieri della compagnia di Montesilvano, coordinati dal capitano Enzo Marinelli, si stanno occupando delle indagini.
Non si conoscono ancora le cause, e non si esclude il dolo, anche se il proprietario dell'attività (di Manoppello), ha assicurato di non avere mai ricevuto minacce o richieste estorsive.
Mentre si fa la conta dei danni la mente corre subito all'episodio di qualche giorno fa quando, poco dopo le 3 e mezza, è divampato l'incendio della gelateria di Corso Strasburgo.
Per i titolari la stagione ormai è da considerarsi finita.
Gli investigatori non escludono nessuna pista e si vagliano tutti gli elementi. Molte tracce sono in questi giorni esaminate dai reparti scientifici, mentre alcuni testimoni sono stati ascoltati dagli inquirenti.
In entrambe i casi i titolari avrebbero assicurato di non aver mai ricevuto minacce.
Non si è fatta attendere la reazione di Forza Nuova che già nei giorni scorsi aveva reagito con sdegno al primo episodio.
«E' assolutamente indifferibile una presenza di piazza», dicono oggi dal movimento di estrema destra, «per testimoniare solidarietà al popolo montesilvanese e per richiamare l'attenzione delle istituzioni in merito a questa devastante escalation di violenze ed intimidazioni».
Sabato 31 pomeriggio fino alla mezzanotte, Forza Nuova si ritroverà in più punti della città «dal centro alla riviera, attraverso un presidio mobile che, ne siamo certi, coinvolgerà emotivamente tutta la comunità vestina».

27/07/2010 13.58