Picchiavano e vessavano minorenne, in manette due giovani di Torre dè Passeri

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2886

PESCARA. «Un ennesimo episodio di bullismo». Così o carabinieri di Pescara hanno definito il caso dei due ragazzi di Torre dè Passeri arrestati questa mattina.



I due, entrambi incensurati, dallo scorso mese di giugno e per alcune settimane avrebbero minacciato e vessato, giungendo anche a picchiarlo, un minorenne di Bussi.
Il tutto era stato organizzato per costringere la vittima a pagare della droga che in più occasioni gli avevano ceduto.
Con l'accusa di concorso in estorsione aggravata e continuata, sono finiti in manette Ludovico Sticca, 20 anni, e Enzo De Sanctis (19).
I due sono stati arrestati proprio in seguito ad una denuncia sporta dalla vittima, su suggerimento di un coetaneo, testimone oculare delle vessazioni subite dal giovane. Stufo di subire il ragazzo è andato dai militari ed è stata aperta l'indagine.
Tutti gli episodio sarebbero accaduti e i Carabinieri ritengono che la vittima abbia ricevuto in totale da Sticca mezzo chilo di marjiuana, peraltro di pessima qualità, stando a quanto riferito dal minorenne, contraendo un debito pari a circa 2.500 euro.
Proprio a causa di tale debito avrebbe subito minacce ripetute anche tramite sms e percosse.
In taluni occasioni i due arrestati avrebbero anche sequestrato le chiavi del motorino della vittima. Alla luce di tali episodi, i carabinieri rivolgono un invito ai giovani ad avere fiducia nelle istituzioni e a denunciare subito qualsiasi episodio di minacce verbali o violenze fisiche.
Anche su Facebook i due giovani non facevano mistero di esaltare alcuni valori sull'utilizzo di sostanze stupefaenti. Entrambi hanno pubblicato sui propri profili link a gruppi dal titolo 'La marjiuana è illegale e me ne fotto. Legalizzala è il mio motto'.
23/07/10 14.14