Parco Sirente Velino, Secinaro ospiterà coordinamento territoriale forestale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1329

L'AQUILA. Caserma del Corpo Forestale dello Stato di Secinaro in “odore” di potenziamento.

La struttura, dove opera il comando di stazione del paese, sta per aprire le porte al Coordinamento territoriale per l'ambiente del Parco regionale naturale Sirente Velino.
La palazzina di proprietà della Forestale, dotata di uffici, foresteria, alloggi di servizio e un ampio parco verde è il luogo ideale per ospitare il Coordinamento territoriale affidato al vice questore aggiunto, Carlo Console, funzionario addetto presso il Comando regionale forestale all'Aquila con l'incarico di sovrintendere su 5 presidi operanti nell'area protetta.
Ente parco, Comune di Secinaro e Comando regionale del Corpo forestale dello Stato d'intesa con l'Ispettorato Generale del Cfs hanno avviato le macchine per siglare il protocollo d'intesa, passaggio decisivo per la realizzazione di un progetto strategico per l'intera area.
«La volontà degli Enti coinvolti», afferma il commissario del Parco Sirente Velino, Patrizio Schiazza, «è univoca e indica nella struttura di Secinaro il posto ideale per ospitare il Coordinamento territoriale per l'ambiente, al momento ubicato fuori dal territorio dell'area protetta. Opzione che darebbe un forte impulso alle attività di controllo del territorio e alla sensibilizzazione sulle tematiche ambientali. Il Parco coinvolgerà anche la Regione per ottenere un sostegno economico volto alla realizzazione del progetto».
Il piano ha ottenuto, in via preventiva, l'ok del capo del Corpo forestale dello Stato: l'ingegner Cesare Patrone ha autorizzato il Comandante regionale, Giuseppe Paolella, a concretizzare il progetto.
«Ispettorato generale e Comando regionale», sostiene Paolella, «ritengono utile ubicare il Coordinamento territoriale per l'ambiente nella caserma di Secinaro per migliorare il sistema organizzativo e di controllo del territorio. Cfs, Parco e Comune viaggiano in sintonia verso la concretizzazione del progetto messo in cantiere». Entusiasta il sindaco di Secinaro che amplia il campo alla realizzazione di un museo della flora e della fauna.
«Il Comune è pronto a sostenere il progetto con ogni mezzo a disposizione», dichiara il primo cittadino, Giuseppe Colantoni, «e a cooperare con il Parco e il Cfs per rafforzare il sistema di controllo del territorio e diffondere sempre più la cultura del rispetto dell'ambiente. In quest'ottica la struttura della forestale potrebbe ospitare anche un museo della flora e della fauna».
Fissati i paletti del percorso e condivisi i punti salienti dell'iniziativa, ora i tre Enti viaggiano verso la fase finale. «La firma del protocollo d'intesa», chiosa il direttore del Parco, Oremo Di Nino, «regolerà i rapporti e le competenze dando una spinta al potenziamento del sistema di controllo e alla collaborazione tra i 3 Enti».

23/07/2010 10.10