A Pescara parcheggi a pagamento anche di notte.

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2447

PESCARA. Parcheggi a pagamento vigilati e affidati a Pescara Parcheggi anche di notte in piazza Primo Maggio, via Gramsci e via Carducci. * SANT’ANDREA, VIABILITÀ RIVOLUZIONATA SUL LUNGOFIUME NORD PESCARESE

Una notizia che forse non piacerà troppo agli automobilisti ma che dal Comune spiegano con l'esigenza di «incrementare la lotta contro i posteggiatori abusivi».
Nuovi posti auto a tariffa anche in via Bologna.
Sono queste le prime novità introdotte nell'ambito del programma di revisione e riorganizzazione del piano tariffario di tutte le aree di sosta cittadine.
Un Piano che sarà completo per settembre quando l'amministrazione Mascia presenterà alla città anche i progetti esecutivi per la realizzazione dei nuovi posti auto.
«Negli ultimi mesi», ha spiegato il sindaco, «si sono intensificate le segnalazioni relative alla presenza di parcheggiatori abusivi in alcune aree strategiche di maggiore frequentazione serale, ossia piazza Primo Maggio, via Gramsci, ossia la strada antistante il Museo Vittoria Colonna, e poi via Carducci, zone che, dopo che i dipendenti della Pescara Parcheggi lasciano il lavoro, si riempiono di soggetti, solitamente in condizioni di evidente disagio, i quali chiedono il classico ‘pedaggio' agli automobilisti che parcheggiano per la passeggiata».
La soluzione individuata per fronteggiare il problema è quella di prorogare sino alla mezzanotte la sosta a pagamento: 1 euro all'ora o frazione e 50 centesimi per i primi 30 minuti.
La proroga del servizio a pagamento sino alle 24 sarà in vigore tutte le sere, dal lunedì al sabato dal 15 aprile al 15 ottobre; la stessa proroga sarà in vigore invece solo nelle serate del venerdì e del sabato dal 16 ottobre al 14 aprile.
Nuovi parcheggi a pagamento (dalle 8 alle 20) anche in via Bologna: 100 posti auto in via Bologna, alle spalle della sede dell'Inps, scelta operata per «debellare parcheggio selvaggio, ma soprattutto il fenomeno del parcheggiatore abusivo soprattutto nelle ore diurne».
E anche per via Bologna la tariffa sarà di 1 euro o frazione ogni ora e 50 centesimi per i primi 30 minuti
«Per Mascia va bene tutto purchè si aumenti la tariffa o la si istituisca ex novo laddove non era prevista», contesta il consiglieri del Pd, Antonio Blasioli.
«Nessuna strategia, nessun filo rosso che leghi politica dei parcheggi alla mobilità, nessun Piano della Mobilità e soprattutto nessun piano della sosta ma solo la vessazione della cittadinanza, che subisce i provvedimenti senza che le categorie produttive si indignino a difesa del commercio cittadino».
Per Blasioli a distanza di un anno «nessun nuovo posto auto è stato realizzato, non si riesce neanche a collaudare il parcheggio coperto già realizzato di fianco al centro commerciale il Molino, passo del gambero sui parcheggi della riviera nord: prima si decide di toglierli, poi restano così, raddoppio del costo del parcheggio nell'area di risulta, nessun nuovo parcheggio di scambio; nessun parcheggio di scambio modulare o Fast Park, che potrebbero essere realizzati in ferro ed in soli pochi mesi, e poi smontati e rimontati altrove».

23/07/2010 9.26

[pagebreak]


SANT'ANDREA, VIABILITÀ RIVOLUZIONATA SUL LUNGOFIUME NORD PESCARESE

PESCARA. Quattro giorni di traffico semi-rivoluzionato in tutto il rione di Borgo marino nord, a partire da oggi, in occasione delle celebrazioni di Sant'Andrea.
Stop al traffico e alla sosta per l'intera giornata su buona parte di via Paolucci e via Matteotti, e sull'area del lungofiume nord, per lasciare spazio alle classiche giostre e bancarelle.
Le modifiche viarie scatteranno già questa e resteranno in vigore sino a lunedì prossimo, 26 luglio, «per garantire il corretto svolgimento della festa e la libera fruizione da parte degli utenti», come ha ricordato l'assessore Fiorilli.
I divieti interesseranno soprattutto le vie a ridosso della banchina nord del fiume: in sostanza sarà vietata la circolazione e la sosta in via Paolucci, nel tratto compreso tra via Gobetti e il lungomare Matteotti; in via Matteotti, da via Gobetti a via Buozzi; in via Verdi, per l'intera lunghezza; via Puccini, nel tratto compreso tra via Paolucci e via Buozzi; sull'asse attrezzato, nella rampa di uscita dal ponte con direzione di marcia verso via Paolucci, e nell'area di sosta della golena nord, dalla scala di collegamento con via Spalti del Re sino al ponte Risorgimento.
«Comprendiamo i disagi che tali provvedimenti potranno determinare nella viabilità quotidiana», ha commentato Fiorilli, «ma ovviamente confidiamo nel periodo estivo, con la chiusura di scuole e uffici, che dunque ha già ridotto sensibilmente il volume di traffico in città, e soprattutto contiamo sulla collaborazione dei cittadini che sono invitati a lasciare l'auto presso le grandi aree di parcheggio dislocate tutt'attorno alla zona vietata, come le aree di risulta, via Bologna, via Ostuni, via Avezzano, o anche i 144 posti auto della golena sud, per poi recarsi a piedi alla festa, in modo da non creare ingorghi».
Ai residenti l'assessore chiede «supporto e comprensione» per i quattro giorni di disagio «per tenere fede a una tradizione comunque ben radicata sul territorio; nel frattempo l'amministrazione comunale disporrà una presenza in forze della Polizia municipale sul posto per risolvere qualunque disagio dovesse registrarsi».

23/07/2010 10.13