L'Aquila, minaccia donna con coltello: espulso romeno

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

877

L'AQUILA. Una telefonata alla polizia: una donna racconta di essere stata minacciata con un coltello. Scatta la caccia all'uomo.



E' accaduto lunedì pomeriggio quando una signora ha raccontatodi essere stata minacciata da un uomo armato di coltello, il quale avrebbe preteso da lei la restituzione di una somma di denaro prestatale.
Una pattuglia della Squadra Volante si è recata in via Giovanni Di Vincenzo e ha raccolto le prime indicazioni fornite dalla donna.
La polizia ha rintracciato l'uomo, di nazionalità rumena, che abitava a poche decine di metri dal luogo dell'aggressione, nei pressi del campo Caritas di Sant'Antonio, in una roulotte.
Dai controlli espletati si è accertato che nel mezzo alloggiava anche la convivente, C.L rumena di 26 anni e che entrambi pagavano, come affitto, 200 euro mensili al proprietario del mezzo, Z.A di 30 anni, noto alla polizia poiché tratto in arresto nel mese di ottobre dello scorso anno e denunciato il 28 giugno per danneggiamento ed altri reati.
Si è scoperto, inoltre, che i due conviventi avevano pensato bene di collegare in modo fraudolento la roulotte al contatore Enel dello stabile adiacente con un cavo elettrico.
Tramite l'intervento del gestore si è provveduto al distacco del contatore, avvisando il titolare dell'utenza che si è poi recato in Questura per denunciare il “furto” di elettricità.
La roulotte, invece, è stata sequestrata e rimossada un carro attrezzi.
Gli occupanti ed il proprietario del mezzo sono stati denunciati per il furto dell'energia elettrica, mentre il solo responsabile delle minacce nei confronti della donna è stato denunciato anche per il reato di minacce aggravate.
Infine i due uomini indagati sono stati rimpatriati con foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune dell'Aquila per anni tre.

a.l. 21/07/10 10.59