Niente autovelox sulle strade di Pescara con il nuovo codice della strada

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1510

PESCARA. I nemici più temuti dagli automobilisti scompariranno dalle vie cittadine.


Tra un mese circa non sarà possibile rilevare la velocità delle automobili in città con l'autovelox.
A comunicarlo è stato questa mattina il maggiore della Polizia Municipale di Pescara, Paolo Costantini, durante la Commissione Grandi Infrastrutture e Mobilità, presieduta da Adele Caroli.
La norma, contenuta nel nuovo codice della strada voluto dal governo centrale, prevede infatti che ogni autovelox venga segnalato a distanza di un chilometro.
Il che significa che a Pescara sarà praticamente impossibile d'ora in poi farne uso, in quanto ci sono incroci ogni pochi metri e a distanze inferiori a un chilometro l'uno dall'altro.
«E' necessaria dunque una ricognizione di tutti gli incroci», ha spiegato Caroli, «in particolare quelli più pericolosi, per controllare lo stato della segnaletica e garantire la sicurezza della circolazione su strada delle automobili».
Il maggiore Costantini ha inoltre fatto presente alla Commissione che è «mal costume in città, anche piuttosto diffuso, usufruire dei posti auto destinati ai portatori di handicap e delle tessere a essi dedicati».
Sono state infatti ritirate decine di tesserini ad altrettanti cittadini che ne erano in possesso senza diritto: la Polizia Municipale si sta dotando di un sistema che colleghi il terminale direttamente con l'anagrafe comunale, in modo da sanzionare immediatamente gli abusi.
Questo è oggi possibile in quanto la gestione e il rilascio dei tesserini dei parcheggi in genere è di competenza proprio della Polizia Municipale, che in questo modo avrà un controllo maggiore e puntuale su i tanti casi di infrazione che si verificano quotidianamente.

16/07/2010 15.48