Sicurezza, sit in poliziotti contro tagli manovra finanziaria

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

889

 PESCARA. Dopo la protesta del 1° luglio davanti all'ufficio centrale delle Poste, il sindacato Indipendente di Polizia Coisp ha organizzato questa mattina un sit-in in Piazza Italia davanti al Comune di Pescara dalle ore 11.00 alle ore 13.00.


L'idea è quella di raccogliere firme e esporre sagome rappresentanti un poliziotto, ancora una volta pugnalato alle spalle «contro una manovra finanziaria», quella attualmente in discussione in Parlamento, «che penalizza fortemente gli operatori della sicurezza, quelle donne e quegli uomini che garantiscono l'incolumità dei cittadini e delle istituzioni stesse, operando già da tempo in una situazione di scarsità di mezzi e di personale».
Tra i vari problemi sui quali il sindacato vuole accendere i riflettori ci sono il congelamento degli aumenti contrattuali per 4 anni, l'obbligo di espletare le mansioni superiori dovute agli automatismi di carriera percependo lo stipendio statuito per mansioni inferiori, la probabile scure sulle tredicesime, i tagli alle risorse su straordinari, mezzi e quant'altro, sono provvedimenti che la manovra finanziaria ha in animo di statuire e sono totalmente inaccettabili.
Nel contesto della manifestazione verrà divulgato un comunicato di protesta e denuncia, verranno esposte bandiere. Alla manifestazione prenderà parte tutta la struttura provinciale del CO.I.S.P. Di Pescara.
«Questa manovra», commentano adirati i poliziotti, «umilia i poliziotti e costringerà i cittadini a garantirsi da soli la sicurezza».
12/07/10 10.52