Nuove entrate per 1,2mln: è scontro sulla ripartizione dei fondi

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1746

PESCARA. Lunedì mattina il Consiglio Comunale sarà chiamato a votare, tra gli altri argomenti all’ordine del giorno, sulla ratifica o meno della delibera di Giunta Comunale 454 del 3 Giugno.

Si tratta di una variazione di bilancio che si e' resa necessaria per riallocare alcune maggiori entrate sopravvenute alla Amministrazione Comunale, in grande parte per l'avvenuta rendicontazione di progetti realizzati ed eseguiti nel 2008 nel settore sociale.
A fronte di maggiori entrate però ci sono nuove uscite per oltre un milione di euro.
Tra queste voci si trovano spese per gli organi di direzione politica (euro 20.000,00), per l'organizzazione del festival d'annunziano (euro 40.000,00 portando così la cifra complessiva ad euro 240.000,00), per l'organizzazione di mostre culturali (euro 70.000,00), per iniziative promozionali e culturali del comune e manifestazioni per il tempo libero (euro 20.000,00), per iniziative del comune per promozione di attività turistiche (euro 200.000,00), lavori di sistemazione dell'area antistante piazza primo Maggio – fontana di Cascella (euro 80.000,00) questi destinati a copertura dei lavori di allestimento della struttura decisiva per lo sviluppo del Turismo denominata Stadio del Mare.
«In un momento di congiuntura economica estremamente negativo per le famiglie», sostengono i consiglieri Pd, Fusilli e Del Vecchio, «oltre il 40% della somma disponibile allocata, per scelta politica e discrezionale di questa maggioranza, su spese assolutamente voluttuarie, non obbligatorie, in grande parte a copertura di iniziative che hanno come unico obiettivo (festival d'annunziano e stadio del mare in testa) quello di riaffermare l'arroganza del potere di chi oggi e' al Governo della Città. Noi, nelle commissioni competenti, abbiamo sottolineato la nostra assoluta contrarietà a questa manovra, chiedendo che almeno l'intera cifra recuperata dalla gestione dei progetti nel settore delle politiche sociali (oltre 540.000 euro) venisse integralmente destinata ad iniziative a favore dei più deboli, senza lo “scippo” di oltre 150.000,00 euro dirottate a copertura anche degli interventi “indispensabili” ed “improcrastinabili” che sopra abbiamo descritto. Anche in questo caso, almeno in commissione, la maggioranza e' andata dritta per la propria strada, non accettando consigli, e parandosi dietro l'ormai nota volontà politica».
Secondo l'assessore Eugenio Seccia, però, le cose non stanno così ed assicura che almeno l'85% delle risorse delle maggiori entrate andranno per il sociale.
«Finanzieremo quelle voci di bilancio nuove istituite dall'attuale governo cittadino, come il disagio giovanile o le politiche per l'immigrazione», ha spiegato Seccia.
In sostanza la spesa per gli interventi a favore di minori e famiglie è passata dai 2milioni 600mila euro previsti in bilancio a 2milioni 772mila 482 euro (172mila 482 euro in più); gli interventi vari in favore dei diversamente abili sono passati da 3milioni 75mila euro a 3milioni 285mila 208 euro (210mila euro in più); le spese per finanziare progetti di contrasto del disagio giovanile sono salite da 35mila a 45mila euro (10mila euro in più), i finanziamenti per le attività di inclusione sociale di soggetti svantaggiati sono saliti da 210mila a 277mila 518 euro (67mila 518 euro in più).
«Tra le somme – hanno ancora sottolineato l'assessore Seccia e il Presidente Ranieri – abbiamo anche 87mila 434 euro quale contributo della Regione per il ristoro dei danni causati dall'ultima grandinata; appena 20mila euro in più sono andati a finanziare interventi per iniziative promozionali culturali del Comune e per le manifestazioni per il tempo libero e 200mila euro per le iniziative di promozione delle attività turistiche. La spesa per il verde urbano è salita da 8.300 euro a 18 mila 300 euro, mentre 160mila euro sono stati destinati alle spese per la pulizia dei mercati coperti e 4mila 982 euro alla riqualificazione e valorizzazione ambientale dell'area a verde di via Mafalda di Savoia con la realizzazione di una recinzione di pregio in ferro».
La seconda delibera di variazione di bilancio prevede invece una manovra complessiva pari a 241mila euro circa, con lo spostamento di risorse da un capitolo all'altro.
Così 16mila 949 euro sono stati dirottati sul fondo necessario per finanziare il progetto del Dipartimento Politiche antidroga ‘Drugs on the street'; salito da 600mila a 653mila 216 euro il contributo della Regione per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione; è passata da 65mila a 102mila 440 euro la somma destinata alle manutenzioni interne; ancora interventi sul sociale, nel capitolo in favore degli immigrati-Rom e Caritas le disponibilità sono infatti state incrementate da 24mila euro 40 mila euro, mentre 13mila euro sono stati dirottati sulla manutenzione straordinaria degli impianti sportivi comunali e 115mila 960 euro alla manutenzione straordinaria degli edifici comunali.

10/07/2010 10.20