Sanità, nuovi accreditamenti per SanStefar e Maristella

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2707

ABRUZZO. Fissati i nuovi tetti di spesa per il SanStefar e per Maristella (anno 2010) e preparate le proposte di contratto che saranno firmate il 27 luglio prossimo.

Si tratta delle delibere 37 e 38 del 5 luglio, firmate dal sub commissario Giovanna Baraldi e controfirmate dal commissario Gianni Chiodi.
In pratica sembra che siano state accolte le richieste di un piccolo aggiustamento in aumento delle cifre per il SanStefar (si sfiorerebbero gli 11 milioni) dopo le richieste dei sindacati, Cisl in particolare, e del curatore, alle prese quest'ultima con la necessità di far quadrare i conti dissestati dell'ex impero di Angelini.
Il tutto in un'atmosfera di segretezza che mal si concilia con la dichiarata volontà di “comunicare” del sub commissario Baraldi e dello stesso Chiodi, che in veste di presidente della Regione è invece molto prolifico di comunicati e di interviste su aspetti secondari.
In realtà, come si vede, è di burro “estivo” il muro di silenzio con cui si vuole coprire questa operazione che pure interessa centinaia di dipendenti e migliaia di pazienti in tutte le province abruzzesi.
Però le notizie sull'evoluzione delle vicende dell'ex impero Angelini non finiscono qui: al sindaco di Chieti è stato consegnato un crono programma degli interventi di risanamento per gli edifici che ospitano la riabilitazione psichiatrica di Villa Pini e che rischiavano la chiusura e la fine degli accreditamenti.
E il Comune sembra intenzionato a concedere un'ulteriore proroga per la messa a norma.
Sul fronte degli altri spezzoni delle società rimaste fuori dai fallimenti, ieri si sono registrate le dimissioni di Chiara Angelini da presidente della clinica Santa Maria di Avezzano e del piccolo rifugio La Cicala di Atessa. Il che, se riusciranno a fare miracoli i tecnici della curatela (in particolare Francesco Cancelli), potrebbe portare oggi stesso alla convocazione di un'assemblea totalitaria dei soci rimasti per la Cicala di Atessa.
La riunione è necessaria per la richiesta dell'autofallimento al fine di conservare gli accreditamenti in atto, come preme quotidianamente il sindaco Nicola Cicchitti. Autofallimento anche per la clinica Santa Maria, che dovrebbe arrivare prima, forse anche domani. Sulle prospettive della Santa Maria c'è stato nei giorni scorsi anche un incontro a Chieti tra il sindaco di Avezzano Antonello Floris e l'avvocato Giuseppina Ivone. Per entrambe queste due realtà è il 14 luglio la data limite di ogni richiesta alla Regione per gli accreditamenti: sarà una corsa contro il tempo, che però sembra interessare solo pochi.

Sebastiano Calella 07/07/2010 9.47

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK