Si difende dall’aggressione ferendo con un coltello il rivale in amore

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3005

TERAMO. Una aggressione per gelosia, l’ira di un ex che si scaglia contro il nuovo rivale che ha preso il suo posto. L’uomo però non si aspettava che l’altro avesse un coltello e che non si sarebbe fatto scrupolo di utilizzarlo e affondarlo.


E' finita così una brutta lite ed una denuncia per tentato omicidio per Roberto Paci, disoccupato teramano di 24 anni, arrestato dagli agenti della squadra mobile di Teramo in collaborazione con i colleghi della volante, nella tarda serata di ieri.
Ha colpito il suo aggressore con con la lama di un coltello a serramanico dritto alla pancia, per difendersi.
Paci era in compagnia della sua nuova donna quando sotto l'abitazione di lei i due si sono imbattuti in L.F. 26 anni, senza occupazione, anche lui teramano, fino a un mese fa convivente della donna.
Il giovane ha dapprima aggredito a calci e pugni la ex, poi si è scagliato contro Paci che, colpito con due schiaffi al volto, ha reagito affondando la lama del coltello nell'addome del rivale ed è fuggito.
L.F. invece è stato soccorso e accompagnato all'ospedale di Teramo dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico.
E' in prognosi riservata ma non dovrebbe correre pericolo di vita.
Le indagini della questura di Teramo hanno permesso di rintracciare Paci nei pressi del pronto soccorso, dove forse voleva crearsi un falso referto di lesioni per giustificare la reazione come legittima difesa: é stato lui stesso dopo un iniziale tentativo di reticenza a indicare la siepe dove aveva buttato il coltello.
Dopo le formalità di rito è stato rinchiuso nel carcere di Castrogno a disposizione del magistrato.
06/07/2010 13.41