Gran botto nel cielo udito nel raggio di 70 chilometri

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

15029

ABRUZZO. Ore 9.45 un botto netto, imponente, deflagrante, inconfondibile. Un fragore avvertito da Ortona a Roseto degli Abruzzi dall’origine sconosciuto.
Al momento non si segnalano dai comandi dei vigili del fuoco emergenze nel Pescarese e nel Chietino.
Il botto è stato avvertito distintamente da moltissime persone molte delle quali sono corse ai balconi e alle finestre o in strada.
Molte segnalazioni sono giunte anche sulla [url=http://www.facebook.com/pages/PrimaDaNoiit-primo-quotidiano-on-line-per-LAbruzzo/93868250369]pagina Facebook[/url] di PrimaDaNoi.it a conferma che il fenomeno è stato avvertito forte e chiaro.
Una delle ipotesi potrebbe essere quella di un jet che supera la barriera del suono anche se resta qualche dubbio sulla potenza e sul raggio di azione che pare essere almeno di 70 chilometri.
Uno stesso fenomeno era già stato segnalato un paio di mesi fa nella zona della Maiella ed udito sia a Guardiagrele che a Chieti.
Anche il quel caso paura, domande e nessuna risposta.
02/07/2010 10.01


Visualizza Abruzzo, il botto delle 9.45 del 2 luglio 2010 in una mappa di dimensioni maggiori


CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK