Mascia a Mostar, il miracolo turistico pescarese passa per Medjugorje

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1192

PESCARA. Una missione a Mostar per rafforzare i rapporti di collaborazione già esistenti tra Pescara e l’altra sponda dell’Adriatico.



Ma soprattutto si cercherà di gettare le basi utili a valutare la possibilità concreta di istituire un collegamento aereo diretto Pescara-Mostar, trasformando il capoluogo adriatico nel crocevia per il turismo religioso diretto a Medjugorje.
E' quella che partirà oggi e si concluderà sabato, per aprire la via a nuovi rapporti commerciali internazionali per l'intera regione Abruzzo.
Lo ha ufficializzato il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia in vista della missione istituzionale che prende il via oggi, e nella quale sarà affiancato dal presidente della Commissione consiliare Lavori pubblici Armando Foschi e dal capogruppo del Pd Marco Alessandrini.
La prima tappa, ovviamente, sarà l'incontro con il sindaco di Mostar Ljubo Beslic che qualche mese fa è già stato ospite a Pescara.
Domani sono previsti incontri con il Ministro dello Sviluppo economico Velir Kunic e, subito dopo, con il direttore dell'aeroporto Marin Raspudic con la visita della struttura e, il sabato, prima della ripartenza, ci sarà la visita a Medjugorje, con il sindaco Ivan Jerkic.
«Obiettivo della missione istituzionale è innanzitutto quello di potenziare i rapporti tra la nostra amministrazione comunale e quella di Mostar, una delle città che sta vivendo una nuova fase di sviluppo economico e di crescita sull'altra sponda dell'Adriatico», ha spiegato Mascia, «anche grazie al turismo religioso che vede la cittadina méta delle migliaia di pellegrini che ogni anno si recano al Santuario dove si sono verificate le apparizioni della Madonna».
Pellegrini che oggi necessariamente raggiungono il sito solo attraverso i collegamenti via mare, non esistendo una linea area.
Pescara, a questo punto, potrebbe proporsi come primo aeroporto capace di garantire tale collegamento tra le due città.
«Ovviamente andranno valutati i costi dell'operazione, coinvolgendo tutte le forze produttive del territorio e le Istituzioni, come la Camera di Commercio e, ovviamente, la Regione Abruzzo e la Direzione dell'aeroporto che tra settembre e ottobre torneranno a loro volta a Mostar per assumere rapporti diretti. Sicuramente – ha ancora detto il sindaco Albore Mascia – il nostro obiettivo è quello di tornare già con i primi risultati concreti, con impegni precisi e fattibili che potrebbero dare nuovo impulso anche al nostro scalo nell'ottica di una rivisitazione del Piano Marketing».
01/07/10 10.30