A Vasto sempre più vicini al Centro Commerciale Naturale

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

979

VASTO. Il convegno in programma a Palazzo D’Avalos giovedì 1 luglio, alle ore 17, presenterà la fase conclusiva del progetto “Costruiamo insieme il Centro Commerciale Naturale”.



Stamane il sindaco Luciano Lapenna, nel presentare l'appuntamento di giovedì, ha detto che si tratta del risultato dell'accordo, unico a livello nazionale, finanziato per il 50 per cento dalla Camera di Commercio e per il resto dal Comune, che vede coinvolti, oltre alla Camera di Commercio e l'Amministrazione Comunale, anche le associazioni di categoria del Commercio (Confcommercio e Confesercenti) e dell'artigianato.
Qualche anticipazione sui dati che presenteremo lunedì?
«Innanzitutto il reddito procapite di chi vive nel centro storico, che è di 37 mila euro – ha detto in conferenza stampa il sindaco – e poi l'altissimo numero di case sfitte, il 31%. 168, invece, sono gli esercizi commerciali presenti. Tra gli intervistati il 26% ha detto che si reca in centro storico per fare la spesa. Il 48% per incontrare persone ed il 14% per motivi di lavoro”.
Il primo cittadino di Vasto ha poi sottolineato due aspetti importanti del progetto».
«Il primo», ha aggiunto Lapenna, «è positivo dal momento che il 21% degli intervistati ha ritenuto, in questi ultimi anni, migliorato il nostro centro storico. A Lanciano ha risposto così solo il 4% degli intervistati, a Chieti il 3%».
L'aspetto negativo, invece, riguarda la scarsa attenzione che i concittadini hanno per il mezzo pubblico che viene preso in considerazione solo dall'1% della popolazione.
«Un dato, questo, che deve farci riflettere», ha detto il sindaco, «e che non può trovarci soddisfatti dal momento che come Amministrazione Comunale ogni anno distribuiamo ai nostri anziani 500 tessere omaggio».
Il progetto che sarà illustrato giovedì ha previsto prima una indagine utile a rappresentare meglio la domanda e l'offerta del territorio.
In particolare sono stati intervistati 50 operatori economici, 200 frequentatori del centro storico e 500 famiglie, 200 delle quali residenti in città e 300 nei comuni limitrofi.
Sono stati realizzati sia una mappatura delle attività commerciali presenti nel centro storico sia nel bacino di gravitazione effettuato.

29/06/2010 16.26