San Salvo, tasse e bollette si pagano on line

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

923

SAN SALVO. Mazzaferro: «le finanze comunali godono di ottima salute. E presto sarà possibile pagare on line i tributi»


Avanzo di amministrazione di oltre 336mila euro, pieno rispetto del patto di stabilità e di tutti i parametri economici previsti per gli enti locali, oltre 3 milioni di euro spesi per il sociale e nessun debito fuori bilancio. Sono questi i punti salienti del consuntivo 2009 approvato nel corso dell'ultima seduta di Consiglio comunale dall'amministrazione di San Salvo.
«Il conto consuntivo 2009 – spiega l'assessore Mazzaferro – conferma il Comune di San Salvo come ente virtuoso ed evidenzia il pieno rispetto di quanto previsto in sede di bilancio di previsione. In particolare è stato garantito un elevato standard di servizi ai cittadini, è stata diminuita la spesa corrente e sono stati portati avanti tutti gli investimenti previsti. Inoltre i 336.046 euro di avanzo di amministrazione e i 15.200 euro di utile di esercizio mettono in luce l'ottima gestione delle casse comunali, nonostante il 2009 sia stato sicuramente l'annus horribilis dell'economia nazionale e internazionale».
Sulla scia dell'efficienza della gestione finanziaria dell'ente, l'amministrazione comunale sta per rivoluzionare il sistema di pagamento dei tributi comunali. «Nell'ottica della semplificazione – annuncia infatti Mazzaferro - a San Salvo, fra i primi in Abruzzo, fra qualche settimana sarà possibile pagare on line le tasse e le imposte comunali come Tarsu (Tassa sui rifiuti solidi urbani) e Ici, senza file agli sportelli».
Il sistema di pagamento garantirà il rispetto di tutte le norme di sicurezza per le transazioni via internet e permetterà ai cittadini di controllare autonomamente e in qualunque momento la propria posizione relativa al pagamento dei tributi.
Sarà possibile pagare anche i servizi a domanda individuale come asili nido, mensa e trasporto scolastico.
«In tal modo – aggiunge l'assessore – il servizio di riscossione tributi potrà essere gestito direttamente dal Comune, e che da un lato risparmierà sui costi legati alla riscossione dei tributi da parte di una società esterna, dall'altra avrà subito disponibili le somme versate dai cittadini. Inoltre verrà ulteriormente ridotto il fenomeno dell'evasione. Ma le novità in merito alla riscossione dei tributi non si fermeranno qui e a breve annunceremo nuovi e importanti cambiamenti».
Nel 2009 il Comune ha speso 3.485.358 euro per i servizi sociali, 2.413.418 per territorio e ambiente, 1.233.777 per la viabilità e i trasporti, e oltre 800mila euro per l'istruzione. Tutto questo con un aumento del patrimonio netto comunale, che al 31 dicembre 2009 ammontava a quasi 27 milioni di euro, senza fare ricorso all'indebitamento (fermo al 5,87% a fronte di un limite massimo del 15%) e senza anticipazioni di Tesoreria.
«Sono numeri», ha chiuso l'assessore, «che la dicono lunga sulla strada imboccata da questa amministrazione, caratterizzata da una gestione attenta e costantemente finalizzata a garantire ai cittadini un elevato standard di servizi pubblici».

29/06/2010 16.25