Clandestino vola dal balcone per sfuggire al controllo dei carabinieri. E’ grave

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1603

MONTESILVANO. E' stata una notte piuttosto movimentata, in un appartamento di via Lazio, a Montesilvano, dove i carabinieri sono intervenuti per sedare una lite tra un uomo e una donna, nigeriani, conviventi.

Secondo la ricostuzione dei carabinieri discutevano perche' lei è incinta ma lui non ha intenzione di assumersi le proprie responsabilita', anche perche' nel suo Paese è sposato ed ha dei figli.
Mentre si trovavano nell'appartamento i militari dell'Arma hanno trovato altri due nigeriani, un uomo e una donna, nascosti in un armadio: alla vista dei carabinieri l'uomo si e' buttato giu' dal balcone.
L'uomo, nonostante l'appartamento si trovasse al primo piano, è caduto rovinosamente riportando gravi ferite.
Trasferito all'ospedale i medici gli hanno riscontrato un trauma cranio facciale e una frattura del polso. Ora è ricoverato a Pescara, del reparto di neurochirurgia, in prognosi riservata.
La donna che stava litigando col convivente, invece, ha avuto delle minacce di aborto, ma ha rifiutato il ricovero.
Successivamente i carabinieri (coordinati dal capitano Enzo Marinelli) hanno scoperto che l'uomo che si e' lanciato nel vuoto e' clandestino e probabilmente voleva evitare il controllo.
Clandestino anche l'altro nigeriano, che e' stato arrestato per violazione della legge sull'immigrazione e maltrattamenti familiari aggravati.
28/06/2010 15.41