Terremoto: al Comune Chieti indennizzo 3,7 mln assicurazione

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

1156

CHIETI. Arrivati i soldi che il Comune teatino aspettava a titolo di indennizzo dopo il terremoto del 6 aprile scorso.


E l'amministrazione comunale ha già le idee chiare: il sindaco Umberto Di Primio ha infatti comunicato che destinerà 3,6 milioni di euro incassati dall'assicurazione a titolo di indennizzo, al recupero degli immobili danneggiati
Tra gli edifici che hanno riportato danni a seguito del sisma ci sono la sede principale del Municipio in piazza San Giustino, che è ancora chiusa, il teatro Marrucino e altre strutture di proprietà comunale.
«Con viva soddisfazione - ha detto Di Primio - ringraziando per la disponibilità l'assicurazione Reale Mutua ed, in particolare e per la collaborazione offerta la Medias Gpa, broker assicurativo del Comune, posso affermare che l'importo ottenuto dalla mia amministrazione è il più alto possibile in ragione dei danni e delle condizioni in cui si trovavano gli stabili».
«La sede comunale di piazza San Giustino, ad esempio - ha spiegato - all'indomani della dichiarazione di inagibilità resasi necessaria dopo l'evento sismico, è stata letteralmente abbandonata a se stessa con tutto quanto in essa contenuto vedi quadri ed opere d'arte, che solo in parte, all'indomani del mio insediamento, sono riuscito a recuperare facendoli catalogare e sistemare in un locale chiuso a chiave».
«Grazie anche alla collaborazione dell'assessore Mario Colantonio - ha aggiunto - gli Uffici Comunali competenti hanno già ricevuto le opportune disposizioni per avviare le procedure di ristrutturazione».
«Troppo tempo è stato perso», secondo il primo cittadino, per la definizione della pratica risarcitoria e per questa ragione è necessario accelerare ora i tempi per restituire, nel più breve tempo possibile, alla città la Sede Comunale ed ai dipendenti spazi idonei.
Dopo oltre 13 mesi di attesa.
«Che tristezza, il sindaco che fa il gradasso con i risultati ottenuti da chi lo ha preceduto», è stata la replica dell'ex sindaco Francesco Ricci.
23/06/2010 9.30