«Assenza di batteri nella sorgente Acquafranchina»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

1661

FARINDOLA. Le analisi effettuate dai biologi dell’Aca e dall’Arta sulla sorgente Acquafranchina situata a Farindola hanno dimostrato la totale assenza di carica batterica nelle acque.

FARINDOLA. Le analisi effettuate dai biologi dell'Aca e dall'Arta sulla sorgente Acquafranchina situata a Farindola hanno dimostrato la totale assenza di carica batterica nelle acque.È quanto ha reso noto la Direzione dell'Azienda Acquedottistica di Pescara dopo aver ricevuto i risultati delle analisi eseguite su alcuni campioni di acqua potabile.
Nei giorni scorsi l'Aca aveva avviato degli accertamenti sull'acqua erogata dalla sorgente Acquafranchina nel comune di Farindola.
Le analisi si erano rese necessarie dopo che alcuni prelievi, effettuati di routine dalla stessa Azienda Acquedottistica, avevano dimostrato un lieve superamento dei limiti batteriologici.
Nel frattempo, in via del tutto precauzionale, l'Aca aveva ordinato alle utenze residenti nelle contrade Vicenne e Fiano nel comune di Farindola di non utilizzare momentaneamente l'acqua del rubinetto per uso alimentare, mentre la stessa acqua poteva tranquillamente essere impiegata per usi domestici.
«I risultati delle analisi – ha proseguito la direzione dell'Azienda Acquedottistica di Pescara – hanno evidenziato l'assenza di carica batterica nelle acque delle sorgenti Acquafranchina. L'Aca ha già informato personalmente, tramite un agente tecnico idraulico, le famiglie interessate e con una nota scritta il comune di Farindola. Pertanto i nuclei familiari possono ricominciare da subito a utilizzare l'acqua del rubinetto di casa anche per scopi alimentari».


23/06/2010 9.20