Maturità, tracce già sul Web ma per il ministero è una bufala

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3181

Maturità, tracce già sul Web ma per il ministero è una bufala
ABRUZZO. Come ogni anno si rincorre sul web il toto traccia. Ma quello che quest'anno è riuscito a recuperare il sito Scuola zoo potrebbe essere un vero e proprio colpaccio.
Il sito, punto di riferimento ogni anno per migliaia di maturandi, ha infatti messo on line (scaricabili gratuitamente) le tracce per la prova di domani.
Saranno davvero quelle scelte dal Ministero?
Anche i gestori del sito non lo sanno con certezza ma spiegano: «Secondo noi sono attendibili. C'è il logo del Ministero, il codice a barre delle commissioni, la carta è quella intestata del Ministero. Non sappiamo se siano vere o no», ammettono, «ma nel dubbio, scaricatele e preparati per domani!!! Secondo noi, se sono vere, il Ministero non avrà il tempo di cambiarle. Quindi in c..o alla balena!!».

E se la premonizione fosse vera?
Il Ministero per il momento smentisce che si tratti delle tracce originali, anche se i responsabili del sito ipotizzano che il Ministero si stia affrettando a cambiare gli elaborati.
Ma c'è veramente il tempo?
A confermare la tesi che di tempo per fare modifiche in corsa non ci sia, ci sarebbero i racconti di alcuni studenti che avrebbero saputo dai propri docenti che le tracce sono arrivate a destinazione sabato scorso. Che qualcuno le abbia aperte, fotografate o scannerizzate e messe on line?
Fantascienza o nuova frontiera di una comunicazione sempre più veloce e digitalizzata anche grazie ai social network?
Infatti la notizia sta correndo anche su Facebook e i maturandi sono in fibrillazione.
Quando il Ministero si deciderà ad inviare, via posta certificata, pochi minuti prima dell'esame le varie tracce non ci saranno più soffiate e magari solo la tecnologia potrà sconfiggere la tecnologia stessa.
Ma se Scuola zoo ha fatto centro domani gli studenti si ritroverebbero a dover svolgere compiti di italiano su: Tipologia A: ''Gabriele D'Annunzio e i Pastori'', tipologia B: ''Guerra e Pace nella letteratura e nell'arte'', Ambito socio-economico: ''La natura per migliorare la vita:Lo slogan con cui l'uomo s'impegna a salvaguardare l'ambiente'', Ambito storico-politico: ''lingue ufficiali e dialetti locali: l'evoluzione dei nostri rapporti con la comunicazione verbale''. Tecnico-Scientifico: ''Dalla trasmissione analogica a quella digitalizzazione. Nuove frontiere della comunicazione''. Tipologia C: ''Dottrina liberale, non intervento, colbertismo,dispotismo illuminato, anarchia, neutralità:concetti caratterizzanti il profilo storico dello Stato'', Tiplogia D: Un tema sui mass- media in relazione agli untori dei promessi sposi di Manzoni.

MINISTERO:«TRACCE FALSE»

Le presunte tracce della prima prova scritta dell'Esame di Stato apparse oggi in rete e pubblicate da alcuni organi di informazione sono assolutamente false. Il Ministero smentisce categoricamente che il contenuto delle tracce sia stato violato. Si tratta dunque di «invenzioni che si ripetono identiche ogni anno, prive di qualsiasi fondamento».
«L'ipotesi che il Miur», aggiunge la nota del Ministero, «stia cambiando le tracce in corsa è addirittura ridicola, poiché i testi sono stati già imbustati e regolarmente sigillati»

21/06/2010 18.30

[url=http://maturita.scuolazoo.it/wp-content/uploads/2010/06/prima-prova-20102.pdf]* LE TRACCE PUBBLICATE DA SCUOLAZOO[/url]

FRUTTA E VERDURA PER STARE IN FORMA

Al via martedì mattina, alle 8.30 con il tema di italiano, l'esame di maturità.
Il ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, quando a gennaio ha annunciato le materie in un video su Youtube, ha sostenuto che come «lo scorso anno sono state scelte tracce più chiare, sintetiche e vicine agli interessi degli studenti, anche quest'anno sara' cosi'. Pur nel rispetto della grande tradizione della maturità italiana - ha assicurato - saranno individuati alcuni elementi di novità e proposte quindi tracce vicine alla sensibilità dei ragazzi».
Mercoledì 23 alla stessa ora (8.30) si svolgerà la seconda prova: al liceo classico i maturandi dovranno affrontare la versione di greco; allo scientifico, il compito di matematica.
E poi ancora: lingua straniera al linguistico, pedagogia al liceo pedagogico, figura disegnata al liceo artistico.
Le prime due prove sono predisposte dal ministero.
La terza prova, invece, che si terrà venerdì 25, verrà formulata dalle singole commissioni: è a carattere pluridisciplinare e consiste nella risposta a quesiti singoli o multipli o ancora nella soluzione di problemi scientifici o di casi pratici e professionali.
Nel corso di questa prova la commissione estrarrà a sorte la lettera dell'alfabeto da cui inizieranno gli esami orali.
Una volta che la commissione avrà corretto i compiti, cominceranno gli orali (presumibilmente verso l'inizio di luglio): al colloquio gli studenti potranno presentare una tesina oppure cominciare con l'esposizione di un argomento a scelta.
Sarà più difficile per i maturandi ottenere la lode.
Da quest'anno, infatti, oltre a dover svolgere un esame impeccabile con il punteggio massimo in tutte le prove e il massimo credito scolastico negli ultimi tre anni, lo studente dovrà avere tutti voti alti nella pagella dell'ultimo anno.
Ma non basta: servirà pure l'unanimità della commissione.
Se anche un solo prof non sarà d'accordo, niente lode.
La novità quest'anno ha poi riguardato l'ammissione agli esami di Stato, possibile soltanto per i ragazzi che nello scrutinio finale abbiano ottenuto il 6 in tutte le materie, condotta compresa.
L'anno scorso, invece, non c'era l'obbligo della sufficienza in ogni disciplina, ma bastava la media del sei.
In realtà, molti insegnanti, a fronte di un 5, hanno scelto una linea più 'morbida' e la stessa Gelmini ha sostenuto che «con un 5 non si boccia nessuno».
In ogni caso, c'è stata una maggiore severità: secondo i dati diffusi dal ministero, i non ammessi sono aumentati e sono stati 28.500, il 6,1% (lo 0,6% in più dello scorso anno).
Intanto la Coldiretti per l'occasione rilancia i trucchi alimentari per contrastare il panico e suggerisce una dieta che prevede l'assunzione di alimenti in grado di aiutare chi deve affrontare le fatiche dei prossimi giorni. In particolare: «Evitare le sostanze eccitanti come il caffè - si legge in una nota - al quale ricorre quasi uno studente su 3 e il the' che e' irrinunciabile per circa uno studente su 6. Via libera invece a piatti a base di pasta, riso, frutta e verdura, uova bollite e latte caldo».
«Gli esami di maturità - prosegue - provocano ansia e insonnia negli studenti e, erroneamente, per difendersi ricorrono nel 31 per cento dei casi al caffe' o nel 17 per cento dei casi al thè secondo il sondaggio realizzato da Swg in collaborazione con Studenti.it».
E' possibile aiutare a vincere la preoccupazione con alimenti ricchi di sostanze rilassanti a tavola dove - sottolinea - non devono mancare pane, pasta o riso, lattuga, radicchio, cipolla, formaggi freschi, yogurt, uova bollite, latte caldo, frutta dolce e infusi al miele che favoriscono il sonno e aiutano l'organismo a rilassarsi per affrontare con la necessaria energia e concentrazione la sfida scolastica.
Da evitare perchè possono provocare insonnia sono invece caffè, patatine in sacchetto, salatini e cioccolata che sono invece spesso presenti tra le scorte di emergenza delle ansiose vigilie.
«E' necessario - consiglia la Coldiretti - cercare di riposare adeguatamente facendo attenzione anche all'alimentazione, evitando sia il digiuno che gli eccessi, in particolare con cibi pesanti o con sostanze eccitanti».

21/06/2010 16.50

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK