Arta, il mare di Pescara passa gli esami

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1033

PESCARA. Le acque del mare di Pescara «sono pulite»: la conferma è arrivata dagli ultimi campionamenti effettuati dall’Arta lo scorso 17 maggio e consegnati al Comune.


I valori di escherichia coli ed enterococchi sono a livelli minimi, persino in punti a rischio e vietati alla balneazione, come 100 metri a nord dalla foce del fiume.
I rilevamenti dell'Arta hanno confermato una situazione tranquillizzante secondo il Comune.
I due valori monitorati, come previsto dalla nuova normativa emanata per decreto lo scorso 30 marzo 2010, sono quelli degli escherichia coli, il cui limite è stato ridotto a 500 microgrammi per metro cubo d'acqua, e gli enterococchi, con limite 200 microgrammi.
I prelievi sono stati condotti in circa 9 punti della costa.
A centro metri a nord della foce di Fosso Pretaro, al confine con Francavilla al Mare, sono stati riscontrati livelli di escherichia coli pari a 40 microgrammi, e 30 per gli enterococchi; nella zona antistante Fosso Vallelunga, Pescara sud, i valori sono pari rispettivamente a 87 escherichia coli e 40 enterococchi; nel tratto antistante il Teatro D'Annunzio sono stati riscontrati 70 microgrammi di escherichia coli e 7 di enterococchi; a 100 metri a sud del Porto turistico i valori sono pari rispettivamente a 20 e 10 microgrammi.
«E sono scesi sotto i limiti di legge anche i valori nei tratti tradizionalmente ‘critici'», ha proseguito il sindaco Albore Mascia, «nell'area antistante 300 metri a nord del molo del fiume Pescara sono stati registrati 470 microgrammi di eschierichia coli, a fronte del limite di legge pari a 500 microgrammi; e 150 microgrammi di enterococchi, a fronte del limite di 200; in via Balilla i valori sono pari a 450 escherichia coli e 180 enterococchi, rientrando comunque nei parametri normativi. Valori che continuano ad abbassarsi procedendo verso nord: all'altezza di via Mazzini sono stati registrati 90 microgrammi di escherichia coli per metro cubo e 150 microgrammi di enterococchi; in via Cadorna i valori sono pari a 0 e 20 microgrammi; infine nella zona antistante la rotonda di via Paolucci 80 e 20 microgrammi. Su tale riduzione dei valori ora ci confronteremo anche con i dirigenti dell'Arta per continuare a monitorare il fenomeno che ci consente di aprire nel modo migliore la stagione balneare».

21/06/2010 9.13