Vasto, tutto pronto per la nuova pista ciclabile

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2366

VASTO. Alla vigilia dell’inaugurazione della pista ciclabile, in programma domani pomeriggio, alle 18,30, a Vasto Marina, il sindaco Luciano Lapenna non ha nascosto la propria soddisfazione.



E stamane, nel corso di una conferenza stampa, ha ripercorso le tappe che hanno regalato alla città un'opera «importantissima per l'offerta turistica di Vasto».
«Un'opera che ha messo finalmente tutti d'accordo –l'ha definita Lapenna – che mi ha visto sempre favorevole dal 1999. Da quando, cioè, per questo territorio ero presente prima in regione e poi in Provincia. I lavori? Sono orgoglioso perché abbiamo rispettato i tempi: la realizzazione si è concretizzata, dal momento della consegna dei lavori, in pochissimi mesi».
L'opera che sarà inaugurata domani è solo un primo passo di un progetto che prevede la realizzazione di una pista ciclopedonabile per un totale di 42 chilometri.
Un progetto di via Verde della Costa Teatina che collega tutta la Provincia di Chieti, da Francavilla al Mare a San Salvo, con una pista ciclopedonabile ricavata dall'ex tracciato ferroviario, di cui Vasto possiede nel suo territorio circa 18 chilometri.
Affiancato dal vice sindaco Vincenzo Sputore e dall'Assessore Anna Suriani, il primo cittadino ha ricordato che l'opera, nella sua totalità, è costata 611 mila euro di cui 108 stanziati dal Comune di Vasto.
Quattro chilometri l'attuale lunghezza, realizzati in parte con resina, in parte in legno e in parte con materiale ecologico.
Larga 2 metri e cinquanta, la pista da Vasto Marina raggiunge contrada Buonanotte.
Il percorso parte dal lungomare, vira nella zona dell'oasi dell'Anziano e segue una linea che fiancheggia, lato mare, i complessi residenziali della marina, gli hotel ed i campeggi.
«Grazie alla pista ciclabile – ha aggiunto l'assessore Anna Suriani – la nostra città migliora senza ombra di dubbio la propria offerta turistica. L'opera piace a tutti e non era certamente scontato perché, come ricorderete, qualche anno fa molti non erano d'accordo sulla sua realizzazione. Noi, però, ci abbiamo sempre creduto».
Il vice sindaco Vincenzo Sputore ha infine aggiunto che l'amministrazione si è già attivata con il Ministero dell'Ambiente per accedere a dei finanziamenti tesi a migliorare ulteriormente la fruibilità della pista.

18/06/2010 15.29