Furto in casa ex patron Pescara Calcio, fermati due sospetti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2033

CHIETI. Un cittadino romeno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria, un altro denunciato a piede libero dalla Polizia di Chieti.



Per entrambi l'accusa è di ricettazione.
Si tratta rispettivamente di Gheorghe Negoita di 25 anni e di R.M. di 23. Secondo quanto riferito questa mattina nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Chieti, per loro ci sarebbero anche elementi che legano i due romeni alla rapina commesa di notte nelle settimane scorse ai danni dell'imprenditore Alberto Di Lena, ex presidente del Pescara Calcio.
I due sarebbero inoltre gli autori di una serie di furti in negozi, magazzini e abitazioni che si trovano fra Chieti e Vasto.
In particolare all'interno di un magazzino che si trova a Scafa gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Chieti hanno rinvenuto diverso materiale di provenienza furtiva, in parte già riconsegnato ai legittimi proprietari, fra cui trapani, televisori, ma anche cesoie e play station.
Al momento dell'irruzione nel magazzino di Scafa, a Negoita aveva già le valigie pronte per partire e per questo motivo nei suoi confronti è stato disposto il fermo.
Secondo la Polizia la merce rubata finiva n Romania dove erano già pronti gli acquirenti.

17/06/2010 16.14